Diporto

Il Nuovo Otam 80ht Attitude consegnato al suo armatore

Otam Yacht ha il piacere di annunciare che l’Otam 80ht Attitude, il sesto scafo della serie è stato consegnato al suo Armatore nel cantiere di Sestri Ponente.

Durante le prove in mare lo yacht ha superato i suoi obblighi contrattuali in termini di performance, efficienza e comfort.

Per esempio, i due motori MTU (ognuno da 2600 cavalli) accoppiati a trasmissioni di superficie Arneson che dovevano raggiungere una velocità massima di 47 nodi, hanno toccato i 50 nodi.

Queste performance, superiori alle aspettative, si combinano a un miglioramento del comfort acustico: il livello di rumore all’ancora si è attestato a 42dB nella suite armatoriale invece dei previsti 45dB. 

Nuovo Otam 80ht Attitude, ottimizzare ulteriormente le eliche

Grazie allo scrupoloso lavoro del nostro CEO ed ex campione offshore Gianfranco Zanoni, siamo stati in grado di ottimizzare ulteriormente le eliche brevettate Otam-Rolla a 6 pale”, spiega Matteo Belardinelli, Sales & Communication manager di OTAM. “Questo ha consentito di ottenere ulteriori significativi guadagni in termini di efficienza dei consumi, velocità, manovrabilità e riduzione ulteriore delle vibrazioni. A 35 nodi, per esempio, consuma 280 litri all’ora per motore; a 40 nodi 340 litri per ora per motore; e a 46 nodi solo 410 litri per ora per motore”. 

Il profilo iconico e tagliente di Attitude, abbinato allo scafo color canna di fucile e gli inserti bianchi, esalta la volontà e specializzazione di OTAM nel creare yacht sportivi e full-custom, disegnati su misura per accontentare le preferenze dei suoi esperti clienti. Tra le caratteristiche esclusive di Attitude, richieste esplicitamente dall’armatore, spicca la zona prodiera ridisegnata, con un grande prendisole e un tavolo regolabile in altezza così da ottimizzare la fruibilità di questo spazio all’aria aperta. In effetti, sommandolo al pozzetto poppiero e al suo divano a ferro di cavallo, lo spazio esterno disponibile risulta raddoppiato rispetto ai modelli precedenti. 

Il garage del tender sotto il prendisole di poppa, in grado di accogliere un jet tender Williams da 3,95m, è una caratteristica notevole per uno yacht di 80 piedi ad altissime prestazioni.

Il tender più grande assicura maggiore comfort per gli ospiti e per l’equipaggio, anch’esso fortemente richiesto dall’Armatore come customizzazione che Otam ha saputo implementare consegnando l’ennesimo scafo mai simile ai precedenti e “ONE OFF” puro.

Il layout interno a quattro cabine prevede, a centro barca, una suite armatoriale a tutto baglio, una cabina ospiti doppia a babordo e una seconda suite VIP a prua con cielini alti 2,10m.

L’armatore ha richiesto un’ulteriore cabina equipaggio per hostess/chef ed una zona lavanderia posizionata correttamente a fianco della cucina. Proprio la cucina anch’essa disegnata custom, dotata di elettrodomestici Miele, va ben oltre le specifiche standard, una zona lavanderia con l’asciugatrice posta in una nicchia separata fa di Attitude una barca con notevoli contenuti senza aver compromesso in alcun modo le prestazioni le quali sono ulteriormente migliorate in maniera significativa. 

LEGGI ANCHE: Nuovo Otam 70HT full custom ispirato al mondo aeronautico

Nonostante l’obbligo di interrompere la produzione per due mesi a causa della pandemia di COVID-19, Attitude è stato consegnato dal cantiere OTAM al suo orgoglioso armatore alla fine di Maggio con un ritardo di sole 4 settimane superando le comuni aspettative.

Leggi anche

Schenker Watermakers: al lavoro per la sicurezza e per la futura ripartenza

Fabio Iacolare

Duci (Federagenti): “Solo martiri designati possono accettare la presidenza di un porto”

Fabio Iacolare

In Liguria l’iniziativa “E sarà buon vento!” dedicata al personale Covid-19

Redazione

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.