Nautica

Delfino in fin di vita a Ischia, inutile l’intervento dei bagnanti: è morto

delfino in fin di vita a ischia

Un delfino in fin di vita è stato ritrovato da alcuni bagnanti della spiaggia di Citara, a Ischia, che hanno provato a salvarlo. Nonostante i tentativi, però, per il cetaceo non c’è stato nulla da fare: il delfino è morto dopo poco.

Una vicenda che è stata raccontata sulla sua pagina Facebook dal consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, il quale ha annunciato di aver allertato la Capitaneria di porto “per avere spiegazioni”.

“Ci hanno riferito che al momento non è ancora chiara la dinamica dei fatti e non si conosce la causa del decesso del delfino” ha aggiunto Borrelli.

Delfino in fin di vita a Ischia, Borrelli: “Chiarezza sulla vicenda”

delfino in fin di vita a ischiaAssieme a Mariarosaria Urraro, coordinatrice dei Verdi di Ischia, Borrelli chiede che venga fatta chiarezza al più presto: il delfino presenterebbe alcune vistose ferite sul muso. Il ferimento mortale potrebbe essere stato determinato da un incidente con una barca o peggio – ed è una delle ipotesi che non va scartata – potrebbe esser stato ferito dalla mano dell’uomo. Ecco che gli esponenti del Sole che ride lanciano il loro appello in base agli scatti che gli sono stati inviati da alcuni bagnanti che in quel momento si trovavano sulla spiaggia della Citara a Ischia.

LEGGI ANCHE: Tartaruga vittima della plastica salvata da un diportista

“Si notano dalle foto che ci hanno inviato alcuni cittadini – chiarisce il consigliere regionale dei Verdi – Chiediamo che venga fatta al più presto luce su questa triste storia e vengano accertate le cause della morte. Vogliamo sapere se a provocare il decesso dell’animale sia stato un fenomeno naturale o la mano dell’uomo, il che sarebbe gravissimo”.

Leggi anche

Marco Mengoni, il 24 novembre al Palasele di Eboli

Fabio Iacolare

Da La Spezia un Vademecum sulle attività nautiche

Fabio Iacolare

Confindustria Nautica, bene il rinvio in autunno dell’IVA sul noleggio nautico

Redazione

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.