Nautica

Pesca delle acciughe e gli effetti del lockdown: cresce la quantità in Liguria

Pesca delle acciughe e gli effetti del lockdown: cresce la quantità in Liguria

Pesca delle acciughe e gli effetti del lockdown: cresce la quantità in Liguria dove Sestri Levante si conferma una delle capitali dell’acciuga della regione.

Proprio Questa mattina sulla banchina del piccolo porto sono ritornati i pescherecci dalla pesca notturna e hanno sbarcato oltre 5.000 cassette di acciughe dalle lampare provenienti da Genova, La Spezia e Viareggio.

Le circa 40 tonnellate di pesce sono state ritirate dai due grossisti sestresi Sestri Pesca e Mare Mosso che hanno distribuito la metà del pescato in Liguria e in alta Toscana, mentre il rimanente pescato lo hanno trasportato a Rimini.

La concentrazione di acciughe tra Portofino e le Cinque Terre ha fatto scendere il prezzo a 14 euro alla cassetta (8 chili) ai pescatori, così che al banco vengono vendute a 7 euro: queste le novità dovute al fermo pesca di oltre 2 mesi per effetto del lockdown dovuto alla pandemia da coronavirus, e sicuramente il prosieguo da parte delle pescherie delle consegne a domicilio come avveniva, sebbene con scarsa frequenza rispetto al passato durante i mesi di marzo e aprile.

Pesca delle acciughe o sardine? ecco la differenza

Nel nord Italia sono le acciughe, al sud sono le alici, ma il nome scientifico è questo: Engraulis encrasicolus, è un pesce osseo marino appartenente alla famiglia Engraulidae di grande importanza economica per il Mediterraneo.




Sebbene l’acciuga sia spesso associata alla sardina e talvolta confusa con essa, queste due specie appartengono a famiglie diverse e hanno un aspetto decisamente differente.

LEGGI ANCHE: In giro per l’Italia per promuovere la Colatura di Alici di Cetara

L’acciuga ha un corpo allungato e snello, a sezione cilindrica, privo della cresta ventrale di scaglie rigide presente nella sardina.

Le Alici fritte rimane il piatto più buoni di sempre, ecco qualche trucco

Le Alici fritte rimane il piatto più buoni di sempre, ecco qualche trucco per renderlo ancora più gustoso: l’olio innanzitutto deve essere extravergine di oliva che rende la frittura più salutare, ma prima di mangiarle aggiungete un po’ di limone e cosa fondamentale se possibili servitele ancora calde e saranno più croccanti.

 

Leggi anche

Liberi nel Vento, la promozione della vela per tutti giunge al termine

Redazione

Porti, Genova passa il testimone a Napoli per la IV Naples Shipping Week

Redazione

A Petacciato la prima spiaggia libera per animali

Fabio Iacolare

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.