Nautica Sport

Team Malizia vince la In Port Race: al via la quinta tappa

ocean race quinta tappa

Newport, nel Rhode Island, è diventata ancora una volta capitale della vela, grazie alle splendide condizioni di domenica per la partenza della quinta tappa di The Ocean Race.

Dopo giornate con meteo avverso, il clima è tornato splendido con leggeri venti da sud-ovest e la folla si è riversata in massa sia a terra, al Fort Adams State Park, sia in mare, assiepandosi ai margini dei confini del campo di regata e seguendo la flotta in navigazione verso il mare aperto.

Quinta tappa di The Ocean Race: classifica corta

Lo skipper di 11th Hour Racing Team ha dato agli spettatori di casa subito qualcosa per cui esultare vincendo la partenza con quasi tre lunghezze, ma si è fatto presto recuperare da Team Malizia, che ha colmato il divario al calare del vento e ha effettuato il sorpasso.




Il tempo burrascoso di sabato ha costretto a rimandare la In Port Race a domenica e il giro iniziale del percorso inshore per la partenza della quinta tappa è stato considerato come Newport In Port Race. Al passaggio della flotta attraverso il cancello per l’ultima volta, è stato Team Malizia a precedere 11th Hour Racing Team, seguito da Team Holcim-PRB e Biotherm. La tappa transatlantica fino ad Aarhus, in Danimarca, è una regata che assegna un punteggio doppio. Con tre squadre racchiuse in un solo punto in testa alla classifica, la quinta tappa si preannuncia come un momento fondamentale per la vittoria finale della regata.

Nuovo albero per i leader della classifica

Boris Herrmann torna a bordo come skipper di Team Malizia e non c’è niente che il suo team desideri di più che arrivare in testa alla flotta in Europa. “Le cose non potrebbero andare meglio per il nostro team e per la regata nel suo complesso”, ha dichiarato Herrmann. “È tutto in gioco, tutto può succedere, dobbiamo rimanere concentrati e continuare a lavorare bene. La quinta tappa è entusiasmante. È una tappa iconica, una navigazione oceanica, e l’emozione è tanta fino al traguardo”. “È come un reset, una nuova regata”, ha detto Charlie Enright di 11th Hour Racing Team, reduce dalla memorabile vittoria della quarta tappa nella sua città natale, Newport. “Quando i punteggi sono diversi, si regata in modo diverso. La nostra vittoria qui è stata assolutamente straordinaria, ma non voglio che il nostro team pensi che sia il punto più alto della regata. È stata una bella sensazione, ma se riusciremo a fare ciò che ci siamo prefissati, ci aspetta una sensazione migliore (alla fine della regata) a luglio”.




Nella quinta tappa di The Ocean Race, nuovo albero per Team Holcim-PRB di Kevin Escoffier, leader della classifica generale. “Ovviamente nei primi giorni dovremo riprendere confidenza con il nostro rig, anche se il lavoro del team tecnico è stato impressionante”, ha detto Escoffier. “In pochi giorni siamo riusciti a riportare una barca in uno stato sorprendente di prestazioni, ma tutte le barche stanno progredendo. 11th Hour Racing Team ha appena rimesso a posto la sua coppia di foil V2 e ha appena montato nuove vele. Team Malizia è migliorato in velocità. Dovremo essere al 100% delle nostre capacità, al 100% della barca per sperare di vincere ad Aarhus. È normale. È una regata di altissimo livello, ed è per questo che siamo qui”.

LEGGI ANCHE: World Superyacht Awards 2023, premiate cinque barche italiane

Per Biotherm di Paul Meilhat, questa tappa con doppio punteggio potrebbe essere l’ultima occasione per rientrare nella corsa al podio. Attualmente a cinque punti di distacco dai primi tre, una vittoria in questa tappa cambierebbe notevolmente la situazione. “È un po’ dura perché siamo un po’ indietro rispetto al ritmo”, ha detto Meilhat. “Stiamo facendo progressi, ma anche i nostri avversari. È un po’ difficile perché sembra che stiamo giocando con armi diverse rispetto agli altri… Dobbiamo tenere la testa bassa e concentrarci sui nostri obiettivi. Essere qui, far parte di questa avventura pazzesca, è già qualcosa e stiamo facendo davvero bene. Inoltre, siamo vivi, non siamo lontani dagli altri e ci sono 10 punti in palio in questa tappa!”. Risultati della Newport In-port race 1. Team Malizia Team Malizia 2. 11th Hour Racing Team 3. Team Holcim-PRB 4. Biotherm (ancora in avvicinamento al cancello di partenza) 5. GUYOT environnement – Team Europe – non partito.

Iscriviti alla Newsletter per rimanere aggiornato su tutte le news!

Leggi anche

Il J24 La Superba della Marina Militare firma anche la Regata Nazionale di Cervia

Fabio Iacolare

PHI: il motor yacht più lungo al mondo nella categoria 550 GT

Redazione

Golfo di Guinea, nuova esercitazione anti-pirateria della Marina Militare

Claudio Soffici

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.