Nautica

Positivo per gli azzurri il primo giorno di regate per il Mondiale singolo olimpico femminile Laser Radial

Primo giorno di regate nella baia di Port Phillip fuori Melbourne per il Mondiale del singolo olimpico femminile Laser Radial. Il vento non è stato collaborativo: è rimasto molto leggero e instabile a dispetto delle previsioni, consentendo ai Comitati di Regata di completare una sola prova per entrambe le batterie (51 timoniere ciascuna) nelle quali è divisa la flotta di 102 timoniere.

La prima classifica generale, ovviamente molto provvisoria, vede al comando a sorpresa la giovane francese Marie Barrue insieme a una delle favorite, la danese Anne-Marie Rindom (bronzo a Rio 2016, iridata in carica e prima nell’attuale ranking mondiale), vincitrici ciascuna delle rispettive manche in batteria. 

Tra le altre atlete di vertice, è al 5° posto provvisorio l’olandese Marit Bouwemeester (oro di Rio 2016) (3 in batteria), al 17° la belga Emma Plasschaert (terza nella ranking) (9), solo al 40° l’inglese Alison Young (seconda nella ranking) (solo 21 nella batteria di giornata). Malissimo anche l’irlandese Annalise Murphy (argento a Rio 2016), al 77° posto provvisorio (38 di giornata). Questo a conferma della estrema difficoltà della regata con le condizioni di vento irregolare.

Questi i piazzamenti delle timoniere azzurre dopo una prova. Al 38° posto in generale c’è Carolina Albano (Fiamme Gialle) (20 il piazzamento nella batteria di giornata), poi troviamo al 48° Silvia Zennaro (Fiamme Gialle) (25 di giornata), al 54° Joyce Floridia (Fiamme Gialle) (28). E ancora: al 58° Francesca Frazza (FV Peschiera) (30), seguita con il 63° posto da Valentina Balbi (Yacht Club Italiano) (32) e all’89° da Matilda Talluri (CN Livorno) (45).

Il programma del Mondiale Laser Radial di Melbourne prevede regate di Qualifica con la flotta divisa in due batterie da domenica 23 fino a martedì 24, quindi da mercoledì 26 a venerdì 28 le Finali con le flotte Gold e Silver (la prima e la seconda metà delle concorrenti dopo le Qualifiche), senza Medal Race e con due prove al giorno, salvo recuperi.

EGON VIGNA (Tecnico federale Laser Radial)“Inizio di mondiale subito impegnativo, perché la Meteo segnalava brezza da Sud tra 15 e 20 nodi, che in realtà non è riuscita a entrare, in quota e sulla costa c’erano venti forti da Nord, che hanno provocato forti oscillazioni del vento sul campo di regata che è rimasto tra 6 e 7 nodi.  Il livello del campionato è altissimo, ci sono tutte le atlete più forti, manca solo la cinese per i noti motivi legati al virus. Molte nazioni che hanno già la qualifica olimpica, hanno comunque in corso le selezioni e quindi sono presenti con la squadra al completo, e questo aumenta il livello agonistico della regata. Le nostre sono qui per giocarsela, le vedo tutte tranquille e concentrate, vogliono dimostrare a che livello di forma sono, abbiamo atlete più performanti con vento teso, altre che prediligono aria leggera, sarà importante riuscire a gestire al meglio un campionato lunghissimo che finirà sabato con 12 prove totali. Inizieremo a fare le valutazioni quando l’andamento sarà più chiaro.”

Leggi anche

Mondiali Under 23 di canottaggio: Italia con altre due barche in finale

Redazione Sport

Briatore chiede 12 milioni allo Stato come risarcimento per il Force Blue

Claudio Soffici

Luna Rossa vince le prime due regate contro American Magic nelle semifinali di Prada Cup

Redazione Sport

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.