Diporto Nautica

Made in Italy alla conquista del Boat Show di Palm Beach: ecco le novità

boat show palm beach

Al via a Palm Beach, in Florida, la 41esima edizione dell’International Boat Show, tra i saloni nautici più prestigiosi al mondo.

Fino al 26 marzo, saranno in esposizione 800 barche in rappresentanza di 600 marchi: 55 mila i visitatori attesi e 1,05 miliardi di dollari è l’impatto economico previsto dall’evento.

Il meglio della nautica italiana al Boat Show di Palm Beach

Nel salone a stelle e strisce grande l’occasione per il Made in Italy per mettersi in mostra, con cantieri di medie e grandi dimensioni e prodotti in grado di conquistare spazio anche sul mercato internazionale.




Ferretti Group

Uno di questi è sicuramente Ferretti Group, forte dell’acquisto da Rosetti Marino di un nuovo sito produttivo. Il colosso italiano sarà presente con una flotta composta da Ferretti 780, Pershing 8X, Navetta 42 Custom Line, Riva Folgore, Riva Bellissima e, soprattutto, dal nuovissimo Wallypower 58X, che introduce nuove funzionalità adattate per la propulsione fuoribordo (fino a 4 Mercury V12 da 600 CV) assicurando non solo prestazioni esaltanti ma anche più spazio vivibile a bordo e una capacità di stivaggio extra.

Sanlorenzo

Sanlorenzo arriva a Palm Beach con due imbarcazioni piuttosto famose in una parte dell’oceano: stiamo parlando dell’SL 86 e il 120A. Il primo, che porta la firma dell’Officina Italiana Design di Mauro Micheli e Sergio Beretta, è uno yacht di 26,7 metri fuori tutto in grado di combinare tradizione e innovazione e di offrire un livello di personalizzazione senza eguali. Offre 8 posti letto più 3 per l’equipaggio e un livello di comfort e di eleganza al top, ma tra le qualità che piaceranno di certo agli americani spicca il fatto che nonostante le dimensioni importanti l’SL86 sfrutta una carena planante che consente di navigare alla velocità massima di 32 nodi (26,8 di crociera) con la spinta di due MAN 12V da 2000 hp.

EVO, Fiart e Pardo al Boat Show di Palm Beach

EVO Yacht sbarca in Florida con tutte le carte in regola per conquistare il mercato americano, sempre aperto a soluzioni innovative. Grazia alla partnership con il dealer Best Marine, il cantiere di Napoli arriva all’evento con un’innovativa silk Grey dell’EVO R4 WA, un day cruiser walkaround di 13 metri già noto in America che si distingue per la capacità di adattarsi a molteplici esigenze, viste le aperture delle murate e la poppa multiuso, con possibilità di guadagnare fino al 40% di spazio in più con il semplice tocco di un pulsante.




Anche Fiart ha deciso di scommettere sui walkaround, con il Seawalker 35 e il Seawalker 43. Quest’ultimo, come noto, è l’ammiraglia della gamma: si tratta di una barca lunga 13,84 metri per 3,99 di larghezza, che si dimostra ideale per chi cerca un cruiser veloce, capace di ospitare fino a 12 persone e disponibile con sei diversi tipi di motorizzazione. Il 35 (erede dell’apripista 33 uscito di produzione) è invece il più piccolo e recente della famiglia Seawalker, un natante di 9,99 metri (11,52 fuori tutto) maneggevole, veloce e divertente, in grado di ospitare fino a 10 persone e disponibile sia in versione entrobordo sia fuoribordo (la più gradita dagli americani). “Il nostro obiettivo”, ha spiegato il Ceo di Fiart Giancarlo Di Luggo, “è crescere sul mercato americano, dove grazie alla recente collaborazione con l’importatore esclusivo Yacht Creators abbiamo già venduto quattro unità della gamma Seawalker”.

LEGGI ANCHE: Gli osservatori celebrano Tita e Gradoni, star di Luna Rossa

Pardo Yacht scende in campo con l’intera gamma P38, P43, P50, l’Endurance 60 e il GT52, una flotta imponente di imbarcazioni walkaround che rappresentano al meglio, nel 50esimo anniversario della fondazione del cantiere, i valori fondamentali di qualità, artigianalità e innovazione che hanno reso celebre nel mondo questo marchio nato con la vela e cresciuto con il motore.

Iscriviti alla Newsletter per rimanere aggiornato su tutte le news!

Leggi anche

Mahi 2, la prima imbarcazione autonoma ad attraversare l’Atlantico

Redazione

CMC Marine per la prima volta al Boot di Düsseldorf

Fabio Iacolare

Federazione Italiana Vela, i progetti speciali sono un successo

Claudio Soffici

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.