Località di mare

Alla scoperta delle Isole Vergini Britanniche: Tortola

Circondate dall’Oceano Atlantico, le Isole Vergini Britanniche sono una vera e propria perla naturalistica. Questo arcipelago di origine vulcanica è formato da circa 60 isole, di cui 4 le principali: Tortola, Virgin Gorda, Jost Van Dyke e Anegada.

L’isola maggiore è quella di Tortola, dove si trova la capitale Road Town. Secondo la tradizione il nome “Tortola” fu scelto da Cristoforo Colombo, che rimase colpito dal numero di tortore che la popolavano. Sull’isola sono presenti l’Aeroporto Internazionale Terrance B. Lettsome e il porto principale dell’arcipelago, da cui è possibile salpare alla scoperta delle altre isole, facendo “island-hopping”, come dicono gli abitanti locali. Tortola non è solo il centro economico delle British Victoria Island, ma un’isola stupenda da scoprire, con diverse attrazioni turistiche e paesaggi naturali mozzafiato.

Immancabile una visita alla capitale Road Town, in particolare la zona del porto, ricca di negozietti e ristoranti tipici affacciati sul mare. La Promenade è la passeggiata ideale sul lungomare per scoprire i gusti e i sapori dell’arcipelago: un ricco mix di tradizioni che unisce tutte le culture che sono passate da qui, caraibica, africana ed europea. Il porto di Road Town rappresenta anche il luogo perfetto per partire alla scoperta delle altre isole che compongono l’arcipelago. Dal servizio di traghetti che collegano le isole principali alle compagnie charter (come Dream Yacht Charter e The Moorings) che organizzano crociere di più giorni ed escursioni giornaliere, le opzioni per salpare all’avventura sono numerose.

Un’esperienza decisamente elettrizzante che offre Tortola è il Virgin Canopy Tour, un’adrenalinica zipline che permette di “volare” sopra la rigogliosa vegetazione dell’isola. Un’avventura adatta a tutta la famiglia, che regala anche una straordinaria prospettiva dall’alto sull’arcipelago.

Per gli amanti della natura e del trekking, da non perdere anche il Sage Mountain National Park, il primo parco nazionale delle BVI per la tutela e la conservazione dell’ecosistema locale. Fondata nel 1964, quest’oasi verde protegge la ricchezza naturale unica di questo territorio, che può essere scoperta grazie ai numerosi sentieri di trekking e mountain bike. Il parco si sviluppa attorno alla Sage Mountain, che con i suoi 523 metri di altezza rappresenta il punto più alto di tutte le BVI: la vista a 360 gradi che si gode dalla cima è davvero mozzafiato.

Tortola offre ovviamente anche una serie di spiagge uniche. Una tra le più amate vi è certamente Long Beach, sulla punta ovest dell’isola. Lunga circa 1,5km, Long Beach è famosa per la sabbia finissima e le acque cristalline e tranquille, che la rendono un luogo sicuro e adatto a tutti. Gli amanti degli sport acquatici, in particolare i surfisti, troveranno pane per i propri denti ad Apple Bay, considerata dagli appassionati uno dei migliori punti dei Caraibi per cavalcare le onde. La spiaggia più movimentata delle BVI è invece Cane Garden Bay: i chiringuito e i beach bar propongono musica e ottimi drink, naturalmente a base di rum. Proprio qui si trova la famosa Callwood Distillery, un’antica distilleria di rum ancora attiva e oggi adibita anche museo di questo distillato.

Leggi anche

Genova, al via la nona edizione di Slow Fish

Fabio Iacolare

Monopoli, pescatori guardiani degli squali con il progetto Safeshark

Fabio Iacolare

A Teatro alla Deriva “Chiromantica. Ode Telefonica agli Abbandonati Amori” alle Stufe di Nerone

Fabio Iacolare

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.