Diporto Nautica

Performance da regata e comfort nel primo ClubSwan 80

clubswan 80

Varata giovedì 24 giugno la prima unità del velocissimo ClubSwan 80 a La Spezia. Si tratta del risultato della prima collaborazione tra Nautor’s Swan e Nauta Design, che ha partecipato in maniera significativa al progetto coordinando, tra l’altro, la ricerca iniziale del concept design. A suggello di un rapporto di 35 anni tra l’armatore e Nauta Design, si tratta di un’imbarcazione che da il via ad una nuova classe monotipo ed è la quinta versione dell’ormai celebre My Song di Pier Luigi Loro Piana.




ClubSwan 80, monotipo da regata e dailysailer

La fibra di carbonio a vista, la sottile impiallacciatura di mogano e l’affascinante illuminazione rendono il primo ClubSwan 80 un cruiser super elegante. Obiettivo dello studio Nauta Design di Milano è stato quello di dare a un vero monotipo da regata una seconda personalità di daysailer e cruiser super sportivo. La scelta finale è caduta su una chiglia basculante e un canard rotante che fornisse il miglior compromesso tra prestazioni e fruibilità. Tutto questo si è tradotto nel ClubSwan 80 One Design, che ha l’obiettivo di reclutare altri armatori per sviluppare un competitivo circuito di regate. “Le priorità erano velocità, prestazioni e divertimento, all’armatore piace sempre poter utilizzare lo yacht per una crociera con la famiglia o gli amici”, ha spiegato il co-fondatore di Nauta Mario Pedol. “Voleva avere buone prestazioni di bolina e di poppa: un ‘rocket ship’ in entrambe le andature. Dopotutto, il primo a passare la boa di bolina è sempre avvantaggiato.”

Gli interni di ClubSwan80

Messe in luce le linee fondamentali del progetto, Persico Marine è stato poi scelto per la realizzazione dello scafo e delle strutture in fibra di carbonio con una tecnologia innovativa. La sfida si è a quel punto spostata agli interni, che dovevano essere fatti senza compromettere le prestazioni da regata dell’imbarcazione, ma pur conferendo a questa eleganza e comfort. “Abbiamo trasformato la tecnologia in eleganza, grazie agli input di Pigi: all’interno è tutto carbonio”, spiega Pedol. “Quindi abbiamo lavorato sul comfort di base per consentire l’uso in crociera della barca: frigorifero, cucina, aria condizionata e docce”. Si è optato per interni modulari con mobili leggeri e borse per stivaggio appendibili che potessero essere trasportate facilmente anche a terra. Tutti gli elementi interni di ClubSwan 80 possono essere rimossi, dal forno fino ai tavoli, passando per i servizi igienici: gli unici elementi strutturali risultano essere le sedute a murata del salone, che possono all’occorrenza essere usate come cuccette nelle regate d’altura.




clubswan 80 2

Perfino la semplice aria condizionata è amovibile. Il grande letto nella cabina armatoriale può essere diviso in due per creare una cabina doppia. Questo letto, come quelli delle cabine di poppa, può essere smontato rapidamente e completamente rimosso per le regate. L’illuminazione è una parte importante del design con luci spot e circa 100 metri di stringhe LED, per lo più nascoste all’interno degli arredi amovibili. In totale ha aggiunto solo 4,5 kg alla barca, dopo che Nauta ha condotto un’analisi dettagliata dell’impatto dei diversi consumi elettrici. “L’illuminazione era un argomento centrale su questa barca”, ha dichiarato Martino Majno, sales and project manager. “Trattandosi di interni di colore scuro, abbiamo giocato con tre livelli separati di illuminazione, a partire da quelli necessari solo per le regate, con luci rosse discrete per le regate notturne. Per la crociera, ci sono rope lights indirette longitudinali.Infine abbiamo anche previsto luci funzionali, architettoniche, focalizzate su alcune aree specifiche”.

LEGGI ANCHE: Giochi del Mediterraneo 2022, i convocati dell’Italia nella vela

L’impiallacciatura di mogano è utilizzata in alcuni punti intorno ai faretti e ale stringhe LED in tutti gli interni per dare un tocco di eleganza e di brillante accoglienza. “Gli inserti di mogano sono una delle firme del cliente”, conclude Pedol. “Per i piani e i tavoli si è optato per fibre di lino laminate nella resina. È stato un vero progetto a quattro mani con il nostro grande amico Pigi. Dal 1986 e dal nostro primo My Song, abbiamo sempre condiviso l’amore per le regate e per godere la vita in mare!”.

Iscriviti alla Newsletter per rimanere aggiornato su tutte le news!

Leggi anche

Vaccinazioni, è pressing sui Governi: “Dare priorità ai marittimi”

Redazione

Yacht con bandiera estera ma italiani, evasione da 11 milioni

Redazione

Vela e cucina al III Memorial Piero Majolino

Redazione

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.