Diporto Nautica

Technohull, cantiere greco al debutto al Salone Nautico di Venezia 2022

technohull

I gommoni Technohull, caratterizzati da notevole eleganza e sportività, fanno per la prima volta il loro debutto in un boat show italiano, e lo fanno in grande stile, prendendo parte al Salone Nautico di Venezia che si terrà dal 28 maggio al 5 giugno. Il nuovo cantiere, inaugurato di recente su una superficie di 200 mila mq, di cui 12 mila sono coperti, ha dato il via ad una nuova epoca storica per Technohull, che si presenta all’evento veneziano con i due modelli di maggior successo: stiamo parlando dello sportivo GT7 e del confortevole Explorer 40. Al Salone sarà presente anche Mennyacht, rappresentante ufficiale Technohull nella regione.

Il Technohull GT7

Il GT7, con i suoi 7,8 metri di lunghezza, si pone come riferimento delle dayboat sportive e confortevoli. Dopo aver rivoluzionato l’intero design di gommoni grandi e potenti, Technohull  ha rivolto la sua attenzione a questa fascia di mercato puntando su una combinazione di soluzioni e prestazioni solitamente proprie di imbarcazioni più grandi. Il suo baglio di 3,13 m ha consentito di ottenere spazi che garantiscono grandi comodità a bordo.




Il layout flessibile prevede due ergonomici sedili pilota di fronte alla console centrale, dove i comandi touchscreen mettono a portata di mano ogni sistema di bordo. A poppa troviamo un’intelligente disposizione dei posti a sedere, che assicura ampi e confortevoli spazi agli ospiti. Ulteriore relax a prua con un lettino a delta che può essere facilmente trasformato in un solarium ancora più grande.

Il più sportivi sono accontentati da una velocità massima di oltre 55 nodi, unita alla grande stabilità e tenuta di mare garantita dalla tecnologia brevettata Dynastream. Un design estremamente elaborato e di ultima generazione garantisce poi un perfetto passaggio sull’onda, seppur con un rapporto tra lunghezza e larghezza piuttosto ridotto, che rende il Technohull GT7 unico nel suo genere. La forma dello scafo iperventilato, inoltre, riduce il consumo di carburante, mentre le motorizzazioni fuoribordo vanno dal minimo costituito da un monomotore da 225 cv al massimo con una coppia di 175 cv.

Di seguito la scheda tecnica

  • Lunghezza ft: 7,8 m
  • Larghezza: 3,13 m
  • Scafo: V profonda con tecnologia Dynastream
  • Dislocamento: 2.080 kg
  • Carburante: 400 l
  • Acqua: 50 l
  • Motorizzazione max: 350 cv
  • Portata: 8 passeggeri
  • Categoria: B

technohull 2

Technohull Explorer 40

Questo modello del cantiere greco, caratterizzato da velocità, affidabilità e maneggevolezza, permette rapide navigazioni in totale sicurezza, grazie alla potenza di 1200 cavalli. La carena è stata studiata per sfruttare al massimo questa potenza, permettendo allo stesso tempo un passaggio fluido sull’onda anche nelle condizioni marine più complesse.

Ma non si deve pensare che le performance dell’Explorer 40 abbiano fatto trascurare il comfort, in navigazione come in rada. Sia i clienti americani che quelli europei hanno apprezzato gli ampi spazi in coperta, le vaste aree relax e la comodità di avere un divano letto e un ampio letto matrimoniale nella cabina.

A prua troviamo un ampio prendisole e una seduta frontemarcia, mentre gli altri ospiti possono scegliere tra più posti a sedere e un altro prendisole a poppa. La dotazione standard prevede un frigorifero sotto le sedute e la possibilità, da parte dell’armatore, di scegliere tra numerose configurazioni disponibili. Qualche esempio? Una selezione di finiture di alta qualità, l’illuminazione a led in coperta, un sistema di intrattenimento Fusion di fascia alta e un bimini aggiuntivo per riparare la lounge area quando all’ancora.




LEGGI ANCHE: Countdown per La Cinquecento Trofeo Pellegrini

Di seguito la scheda tecnica:

  • Lunghezza ft: 12,1 m
  • Larghezza: 3,5 m
  • Scafo: V profonda con tecnologia Dynastream
  • Dislocamento: 4.900 kg
  • Carburante: 800 l
  • Acqua: 130 l
  • Posti letto: 2-4
  • Motorizzazione max: 2×600 cv
  • Portata: 12 passeggeri
  • Categoria: B

Iscriviti alla Newsletter per rimanere aggiornato su tutte le news!

Leggi anche

Global Shipping Body (ICS) fornisce assistenza agli armatori per evitare il contagio da Corona Virus

Fabio Iacolare

Tonno in scatola, deve essere sostenibile per il 70% degli italiani

Redazione

Assarmatori: “Stop a speculazioni su norme IMO per carburanti a basso contenuto di zolfo”

Fabio Iacolare

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.