Località di mare

Anzio, dal Comune 900mila euro per i cittadini e le categorie produttive

Anzio, dal Comune 900mila euro per i cittadini e le categorie produttive

La Giunta De Angelis ha approvato la delibera “RINASCIANZIO“, con  circa 900.000 euro di stanziamenti per le famiglie bisognose, per migliorare la didattica a distanza e per ridurre la pressione fiscale sulle categorie produttive.

Il Sindaco: “Periodo drammatico, ho chiesto il massimo sforzo per pianificare adesso la rinascita”

250.000 euro di contributi per le famiglie bisognose, 50.000 euro di stanziamento per la fornitura  di apparecchiature informatiche (stampanti e tablet per la didattica a distanza) ed altro materiale in favore di alunni e studenti del territorio.

Circa 495.000 euro di riduzione della TARI per le categorie produttive e 50.000 euro da destinare ad interventi di igienizzazione e sanificazione nelle scuole e sul territorio comunale.

Sono i primi numeri ufficiali della delibera “RINASCIANZIO” approvata, questa mattina, dalla Giunta De Angelis, che è tornata a riunirsi per varare atti concreti in favore dei cittadini.

“In questo periodo drammatico per il nostro territorio, con tutte le precauzioni previste anti covid-19,  – afferma il Sindaco di Anzio, Candido De Angelis – ho chiesto, alla Struttura Comunale ed alla Giunta, il massimo sforzo per dare continui segnali positivi alle famiglie ed a tutte le categorie produttive del territorio.

Alla delibera di oggi, che recupera circa un milione di euro dai mutui – congelati – in seguito ai provvedimenti governativi, ne seguiranno altre, con la precisa mission di pianificare, adesso, la rinascita della Città e lo sviluppo occupazionale”.

Il Comune di Anzio darà il via agli atti propedeutici per lo stanziamento dei contributi alle famiglie bisognose

per la fornitura del materiale per la didattica a distanza e per il taglio della pressione fiscale alle categorie produttive cittadine.

La delibera “RINASCIANZIO” segue altri provvedimenti concreti, già adottati dalla Giunta De Angelis, come la sospensione, per tutte le utenze non domestiche, fino al 15 dicembre 2020, dei termini di pagamento della TARI per l’anno 2020.

Lo stop al pagamento di tutti i parcheggi fino al 31 maggio, lo stop al pagamento della TARI fino al 30 giugno ed all’attività accertativa sulle entrate comunali fino al 31 maggio, per tutti i Cittadini di Anzio.

 

Leggi anche

“Ogni nave ha bisogno di un Porto” all’Ischia Film Festival

Fabio Iacolare

Vibo Valentia, rush finale per la costituzione del Distretto Turistico Provinciale

Fabio Iacolare

Estate 2020, Arzachena pronta a ripartire ma servono certezze

Fabio Iacolare

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.