Nautica Sport

Suzuki e Club del Gommone insieme per il Raid Europeo 2022

raid europeo 2022

Il Raid Europeo 2022 vedrà protagonisti il Club del Gommone di Milano, Suzuki e Nuova Jolly. Si tratta di un’evento che vedrà dieci equipaggi formati dai soci del club alternarsi alla guida di un Nuova Jolly Prince 22, dotata di un motore fuoribordo Suzuki DF200AP.

Le tappe del Raid Europeo 2022

La manifestazione era in programma due anni fa, ma è stata poi posticipata a causa della crisi pandemica, e la sua funzione assume oggi un significato tutto nuovo: quello di aiutare ad unire i paesi europei che saranno toccati lungo la rotta, in nome di un ritorno globale alla normalità. Partenza prevista per oggi, mercoledì 27 aprile, dal Concessionario Suzuki Giada ’96 di Fiumicino, Roma. Il percorso, invece, prevede una navigazione di oltre 2.800 miglia nautiche.

Prima tappa prevista a Genova, dove il testimone passerà al secondo equipaggio, che navigherà per 220 miglia fino a Marsiglia. Da qui rotta verso il Golfo del Leone, per entrare nel Canale du Midì, patrimonio Unesco, in un percorso che culminerà con l’arrivo a Tolosa. Il quarto equipaggio avrà il compito di percorrere il Canal Lateral de La Garonne per giungere infine a Bordeaux: da qui la sfida alle maree, che si verificano due volte al giorno in un fenomeno chiamato Mascaret. Si tratta di un avversario complesso che andrà superato per completare la quarta tappa, con arrivo previsto a Les Sables d’Olonne.




Il quinto equipaggio dovrà invece arrivare a Saint Malò, toccando il Nord della Bretagna: ad attenderli il sesto team, che affronterà le coste della Normandia fino ad arrivare nella Senna che, con un tragitto di 380 miglia, culminerà con l’arrivo a Port de l’Arsenal, approdo della capitale francese con vista sulla Tour Eiffel. Da una capitale all’altra per il settimo equipaggio: da Parigi avrà inizio la tappa più lunga di tutto il raid, che con 420 miglia e un viaggio lungo La Manica vedrà il team entrare nel Tamigi e giungere a Londra.

Testimone, dunque, all’ottavo equipaggio, che attraverserà il canale verso Dunkirk e percorrerà le coste belghe e olandesi per arrivare ad Amsterdam, dove partirà la nona tappa che risalirà il Reno fino a Strasburgo, cuore dell’Europa. Era qui inizialmente prevista la fine del Raid, ma con l’aggiunta di un equipaggio svizzero si è deciso di inserire una decima e ultima rotta di 70 miglia fino a Basilea.

Giro d’Italia 2017, Gibilterra 2018, Atene 2019 e Mediterraneo 2021: tutti Raid, come questo del 2022 , organizzati con lo spirito non di una sfida sportiva, ma con gli intenti principali di:

  • diffondere la passione per il mare e la navigazione;
  • portare un messaggio di unione ai Paesi incontrati lungo la rotta;
  • dimostrare che, con un normale natante da diporto di media grandezza, m 6,80 x 2,70, e un fuoribordo Suzuki di serie, nessuna meta è preclusa.

LEGGI ANCHE: Meteor, Trofeo del Timoniere Luino: Davide Sampiero vince la Tappa

Il fuoribordo Suzuki DF200AP sarà, per l’occasione, tolto dall’imballo e installato senza alcuna preparazione, se non il rispetto dei normali tagliandi. Affidabilità, robustezza e facilità d’uso: saranno queste le doti principali dell’imbarcazione al servizio dei Marinai del Club del Gommone, che stanno per partire per questa emozionante avventura.

Iscriviti alla Newsletter per rimanere aggiornato su tutte le news!

Leggi anche

Genoa Blue Forum, incontro al Blue District con l’assessore Maresca

Redazione

Motonautica, tutto in un weekend: Diego Testa sogna il “triplete”

Fabio Iacolare

Blue economy, inaugurata la Fiera del Mare di Taranto

Redazione

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.