Sport

Vela, quasi cento gli iscritti al Meeting Internazionale del Mediterraneo

Vela, quasi cento gli iscritti al Meeting Internazionale del Mediterraneo

Vela, quasi cento gli iscritti al Meeting Internazionale del Mediterraneo di Sanremo: in questo strano e difficile periodo i giovanissimi hanno voglia di tornare a regatare, così alla trentaseiesima edizione sono quasi cento gli iscritti alla classica regata organizzata nel ponte dell’Immacolata.

Provenienti da tutto il nord Italia, dalla Francia e dalla Svizzera dal 6 dicembre si troveranno nelle acque sanremesi a disputarsi il trofeo. Tutto è pronto per accoglierli con le dovute prescrizioni e con la massima sicurezza.

Meeting Internazionale del Mediterraneo, superati i 100 iscritti

Un grosso impegno per lo Yacht Club Sanremo che ha deciso di portare avanti questa manifestazione per dare la possibilità ai giovani di fare dello sport all’aria aperta e di stare insieme; e alla città di poter respirare un po’ di ottimismo e di movimento in un momento così delicato.

Severi saranno i controlli sui comportamenti di tutte le persone coinvolte, il grande sforzo è ripagato dalla partecipazione di tutto rispetto dei regatanti dei loro coach e dei genitori.

Nel 1986 lo Yacht Club Sanremo ha avviato il Meeting Internazionale del Mediterraneo per le classi Optimist e l’Equipe; il Trofeo Dino Minaglia, dedicato alla miglior squadra di Club, è un ambito premio ancora oggi. Oggi il Meeting è dedicato esclusivamente agli Optimist ed è un’importante regata a livello internazionale.




Con il passare degli anni l’attività dei soci si è progressivamente spostata dalle derive alle regate d’altura per cui, dal 1981, è stato avviato il Campionato Invernale West Liguria per le classi d’altura, oggi tra i più importanti in Italia con un alto numero di imbarcazioni iscritte. Oltre a queste manifestazioni classiche lo Yacht Club ha sempre organizzato Campionati Mondiali, Europei e Italiani che hanno fatto la storia della vela nazionale.

Nel 1958, su iniziativa di Nanin Ameglio e di Pierfranco Gavagnin, è stata fondata la prima Scuola Allievi; da questa sono nati numerosi campioni che hanno riportato successi sia a livello nazionale che mondiale. Oggi la scuola di vela è suddivisa in diversi settori:

  • agonistica e pre-agonistica, per i ragazzi che seguono l’attività annualmente;
  • scuola vela estiva, di iniziazione per i ragazzi che si avvicinano alla vela nel corso delle vacanze;
  • sailing college, consolidata con i progetti Lupi di Mare e Vela Scuola, finalizzati alla promozione e scoperta della disciplina della vela;

POTREBBE INTERESSARTI: Yare Digital, Superyacht: al Captains Forum i numeri della flotta mondiale

La sede dello Yacht Club, completa di banchine per l’ormeggio dei soci, spogliatoi, aule per le lezioni teoriche e aree ricreative, si trova sul Molo Nord di Porto Vecchio, vero cuore pulsante della città dei fiori. L’ingresso è coronato dalla bella scala reale della motonave Augustus, che risale al 1927.

Leggi anche

Conto alla rovescia per la V tappa del Circuito Nazionale J24 a Mrina di Carrara

Fabio Iacolare

Vela, Europeo Laser a Danzica in Polonia: è il giorno di Alessio Spadoni

Redazione

Al via la 45ª edizione del Campionato Invernale Golfo di Anzio e Nettuno

Fabio Iacolare

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.