Nautica Sport Video nautica

Vesuvio Race 2022: il racconto della terza edizione e le classifiche

Vesuvio Race 2022

La terza edizione della Vesuvio Race si è confermata come un appuntamento irrinunciabile per gli appassionati di vela d’altura delle diverse flotte della costa campana.

Una regata che, dopo lo stop forzato a causa della pandemia, è ripartita con una partecipazione di ben 40 imbarcazioni accolte nel suggestivo scenario di un campo di regata caratterizzato dall’intero Golfo di Napoli e con i passaggi ravvicinati alle isole di Procida, Ischia e Capri.

Vesuvio Race, line honours a Blue Oyster

vesuvio race blue oyster

Punto di forza dell’organizzazione messa in campo dal Circolo Nautico Torre Annunziata è stato il Comitato di scopo che Vesuvio Race che ha curato nei dettagli l’intera macchina organizzativa . Il Comitato di Regata presieduto dall’UdR Nazionale Francesco Coraggio ha dato lo start sabato 26 marzo alle ore 11:00 nelle acque antistanti Torre Annunziata , registrando il primo arrivo di Blu Oyster”, Dehler 60 di Luca Scoppa del RYCCS, dinanzi al moderno e accogliente Marina di Stabia alle ore 2:00 di domenica 27 marzo, dopo 70miglia di percorso.




Scenario metereologico complesso quello che ha investito il campo di regata, caratterizzato da un vento ballerino ed oscillante tendenzialmente da E/NE, che ha sottoposto gli equipaggi ad una grande prova di marineria a causa dei tanti cambi vela ed alle tante manovre necessarie per i cambi di intensità e direzione, oltre a difficili scelte tattiche.

La sfida nelle acque del Golfo di Napoli

Uno spettacolo coinvolgente con la flotta che tra Torre Annunziata e Castellammare di Stabia, ha visto dopo
il primo giro di boa, una schiera variopinta di Gennaker che ha regalato un’immagine incantevole della regata a tutto il water front cittadino.

Protagonisti della regata i due equipaggi di” Blu Oyster”, Dehler 60 di Luca Scoppa con a bordo il velista pluricampione Roberto Ferrarese e di “TestaCuore Race”, Coockson 50 di Riccardo Ciciriello con Gugliemo Giordano alla tattica che si sono dati sfida sin dai primi bordi , con un successivo ritiro di Testa Cuore Race a causa di un’avaria.

Gli arrivi e il podio della terza edizione

In termini di arrivi della Vesuvio race, durante la notte, si è subito delineato il podio della III edizione di questa regata che anche quest’anno ha dato il via ai principali eventi del calendario di vela d’altura campano.




La Line honours – Primo classificato in tempo reale Vesuvio Race – Trofeo Placido Barbero è di Blue Oyster
Dehler 60 di Luca Scoppa portacolori del reale Yacht Club Canottieri Savoia che ha tagliato il traguardo di Marina di Stabia alle ore 02:00:00 utc completando il percorso in un tempo di 15 ore e 55 minuti.

Queste le classifiche finali:

  • Trofeo Vesuvio Race Orc Overall: 1°Blue Oyster di Luca Scoppa (Ryccs), 2°Nientemale di Giuseppe
    Osci e Riccardo Calcagni (Lni-Pozzuoli),3° Stupefacente di Antonello Stanzione (Lni Salerno)
  • Premio Procida capitale italiana della cultura 2022– Blue Oyster di Luca Scoppa (Ryccs)
  • Classifica Vesuvio Race Orc A: 1°Blue Oyster di Luca Scoppa (Ryccs), 2°Nientemale di Giuseppe
    Osci e Riccardo Calcagni (Lni-Pozzuoli), 3°Zen 2 di Cesare Bertoli (Lni Pozzuoli)
  • Classifica Vesuvio Race Orc B: 1°Stupefacente di Antonello Stanzione (Lni Salerno), 2° Cosixty 8 di
    Salvatore Casolaro (Circolo Nautico Torre Annunziata), 3° Vulcano di Costantino
    Mancusi(Azimuth Salerno)
  • Classifica Vesuvio Race X 2: 1° Zen 2 di Cesare Bertoli (Lni Pozzuoli)
  • Classifica Vesuvio Race Gran Crociera:1° Zen 2 di Cesare Bertoli (Lni Pozzuoli), 2°Faamu-Sami di
    Marcello Volpe (Lni Napoli), 3°Frida di Mario Spacagna (Compagnia della Vela Salerno)
  • Classifica Vesuvio Race Light: 1°Lea di Massimiliano di Martino (Lni Napoli), 2°Vis Iovis di Ezio
    Giugno ( Lni Napoli) , 3°Blue Spirit di Carmine D’Aponte (Lni Napoli)
  • Classifica Vesuvio Race Coastal: 1°Sestelemento di Giuseppe Panariello (Circolo Nautico Torre
    Annunziata), 2°Jolly Roger Lni Napoli, 3° Pestifera Lni Napoli

Vesuvio Race Coastal

vesuvio race coastal

Per la Vesuvio Race Coastal, le condizioni meteo caratterizzate da vento leggero hanno costretto il Comitato di Regata a ridurre il percorso ed alla fine, il primo equipaggio al gate di arrivo è stato l’equipaggio di “Sestelemento Smart Yachting”, Este 24 di Giuseppe Panariello (Circolo Nautico Torre Annunziata), seguito da Jolly Roger e Pestifera, entrambi J22 della Lega Navale Italiana sez. di Napoli.




La Vesuvio Race 2022 è organizzata dal Circolo Nautico Torre Annunziata con il coordinamento e la progettazione del Comitato Vesuvio Race. Main partner dell’evento Marina di Stabia.

Supporto tecnico della Federazione Italiana Vela V Zona, delle sezioni Lega Navale di Castellammare di Stabia, Pozzuoli, Procida e della delegazione LNI di Torre Annunziata;

Sponsor: Marina di Stabia, Smart Yachting, Nautic Sales & Marketing,Allure Yachts,Artema Charter, Una
scelta da Mare, Fast Coast Sorrento e Nautica South.

LEGGI ANCHE: SailGP, l’incidente tra Nuova Zelanda e Francia: il video della collisione

La Regata è stata patrocinata da Meteo UniPathenope, Direzione Centro per la Giustizia Minorile per la Campania, Atargatis distretto turistico costa del Vesuvio, Autorità di sistema portuale del Mar Tirreno Centrale e dei Comuni di Capri, Ercolano, Forio, Napoli, Torre del Greco, Portici, Procida, Sorrento, Vico Equense.

 

Iscriviti alla Newsletter per rimanere aggiornato su tutte le news!

Leggi anche

Confindustria Nautica, Andrea Razeto nominato Past President di ICOMIA

Fabio Iacolare

La corsa al vaccino anti-Covid: gli operatori portuali chiedono priorità

Redazione

Invernale Riva di Traiano: una sola prova con tanta onda e poco vento

Redazione Sport

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.