Località di mare News dal mare Video nautica

Diavolo di mare a Roma: manta avvistata davanti al porto turistico – VIDEO

diavolo di mare a roma

Un diavolo di mare a Roma. Un evento eccezionale, soprattutto per il litorale romano, documentato con un video. L’avvistamento della manta gigante, della grandezza di circa tre metri, è avvenuto davanti al porto turistico di Roma, a Fiumicino, ed il filmato è stato pubblicato dalla pagina ufficiale del complesso turistico di circa 200mila metri quadri, inaugurato nel giugno 2001,che si trova immediatamente a sud della foce del Fiume Tevere, a soli 10 minuti di auto dall’aeroporto internazionale di Fiumicino – Leonardo da Vinci e dalle splendide rovine di Ostia Antica, nella zona di pasoliniana memoria dell’idroscalo di Ostia.

Viene considerato un avvistamento eccezionale, quello di un diavolo di mare o manta mediterranea (Mobula mobular (Bonnaterre, 1788): il pesce cartilagineo appartenente alla famiglia Myliobatidae, sta tornando a frequentare le acque italiane, come testimoniato dal video di metà giugno a Stintino, in Sardegna, o come la scoperta fatta nello specchio d’acqua di Punta Campanella, in Campania, lo scorso fine settimana.

Diavolo di mare a Roma, ecco il video della manta gigante a Fiumicino

L’annuncio dell’avvistamento del diavolo di mare a Roma è stato dato sulla pagina Facebook ufficiale del Porto Turistico di Roma: “Ecco cosa regala la natura davanti al Porto Turistico di Roma – scrivono i gestori della pagina – una manta di larghezza vicina ai tre metri ha fatto compagnia oggi ad alcuni diportisti a poca distanza dal nostro porto! Uno spettacolo davvero eccezionale. Grazie agli amici che hanno realizzato questo bellissimo video”.

Diavolo di mare, dove vive e come è fatta

Il diavolo di mare, o manta gigante, è una specie è diffusa nel Mar Mediterraneo e nell’Atlantico orientale, al largo delle coste dell’Irlanda fino alle acque meridionali del Portogallo, isole Canarie e Azzorre comprese. Essendo una specie epipelagica, vive sulle piattaforme continentali, non lontano da coste e isole. Presenta un corpo compresso verticalmente, con due enormi pinne pettorali, somiglianti a delle ali. La coda è sottile e allungata, costituita da una spina che può usare come arma di difesa.

LEGGI ANCHE: Cavalluccio marino intrappolato in una busta di plastica, scempio senza fine – VIDEO

Gli occhi sono sul dorso mentre sul ventre ci sono la bocca e le fessure branchiali. Essendo un condroitto, lo scheletro è di natura cartilaginea. È più grande della mobula minore (Mobula hypostoma), raggiungendo la dimensione massima nota di 5,2 metri.

 

Leggi anche

Surf, i cambiamenti climatici generano onde più alte e forti

Fabio Iacolare

Positano Teatro Festival, Sabato 27 luglio Enzo Moscato in “Compleanno”

Fabio Iacolare

Al via la stagione dei musical all’Antico Arsenale della Repubblica di Amalfi

Fabio Iacolare

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.