Nautica Sport

La Cinquecento, in testa Talanta nella XTutti e Sayonara nella X2

la cinquecento

Quarantottesima edizione de La Cinquecento Trofeo Pellegrini caratterizzata da bora, che ha accompagnato i partecipanti per tutta la notte. La regata, organizzata dal Circolo Nautico Santa Margherita in collaborazione con il Comune di Caorle e la Darsena dell’Orologio, è iniziata con un giorno di ritardo a causa del maltempo. La discesa dell’Istria con il delicato passaggio del Quarnaro è stata veloce, con la flotta che ha veleggiato di bolina accompagnata da un vento che continua a soffiare, regalando agli atleti degli avvincenti match-race tra scafi simili con continui cambi al vertice e una navigazione quasi a vista, con poche miglia di distacco.




Superato il primo waypoint de La Cinquecento

Alle ore 01.55 di lunedì 30 maggio, il Class 40 Talanta dell’austriaco Micheal Pühse è in testa nella categoria XTutti, dopo aver superato l’isola croata di Sansego, primo waypoint delle cinquecento miglia di regata. Talanta, composto da un equipaggio misto austriaco-croato, ha messo in campo tutta la potenza dello scafo, dando un netto distacco al resto della flotta. Seguono, quasi appaiati, i Solaris 36 Lor Rè di Matteo Forni e Columbia di Nicola Zottele, tallonati da Harahel di Andrea Boscolo e Dagobah 3, IY 12.98 di Giorgio Baschirotto. Tutti i partecipanti hanno passato Sansego tra le 2:00 e le 7:30 di oggi lunedì 30 maggio, con il trimarano Sayg I di Andreas Hofmaier a chiudere le fila di questa edizione dominata per la prima parte dalla bora. Le imbarcazioni viaggiano ora con rotta diretta in centro Adriatico, direzione San Domino alle Isole Tremiti, dove i leader dovrebbero atterrare domani martedì 31 maggio.

Ottimo passaggio alle ore 02.25 per Sayonara II, il Millenium 40 di Stefano Longhi in coppia con Francesco Manzin, primi della categoria X2, determinati a correre al meglio questa loro prima regata in coppia e con
un ottimo passo e affiatamento fin dai primi bordi. Nella X2 bellissima discesa anche per Angi, Giro34 modificato e ottimizzato dai fratelli Merolla di Ravenna, quest’anno condotta da Salvatore Merolla in coppia
con Pietro Guglielminetti e per Colombre, il JPK 10.80 di Massimo Juris-Pietro Luciani, entrambe passate a Sansego a pochi minuti di distanza dal leader.

LEGGI ANCHE: Alinghi in forma super vince la prima tappa del Circuito GC32 sul Garda

La regata, quinta tappa del Campionato Italiano Offshore della Federazione Italiana Vela con il coefficiente 3.0 e del Trofeo Masserotti Uvai, è una delle più antiche competizioni in doppio del Mediterraneo e ancora oggi mantiene intatto il suo fascino. I record di percorrenza appartengono nella categoria XTutti a E1 di Aegydd Pengg con 53h 31’ 05” stabilito nel 2011 e nella categoria X2 a Calipso IV di Piero Paniccia/Gianmaria Capecci con 67h 36’ 34” stabilito nel 2008.

Iscriviti alla Newsletter per rimanere aggiornato su tutte le news!

Leggi anche

Mega yacht extralusso, ecco i modelli da sogno

Davide Gambardella

Maxi Yacht Rolex Cup, vento perfetto nella penultima giornata | VIDEO

Redazione Sport

Delta del Po, al via la Scuola di Mare e Biodiversità sulla Goletta Verde

Fabio Iacolare

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.