Diporto

Cnr-Uni: al via la task force della ricerca e innovazione per lo sviluppo dell’attività normativa

L’impegno del Cnr nella risposta all’emergenza Covid-19

Consiglio nazionale delle ricerche e Uni – Ente italiano di normazione hanno stipulato oggi l’accordo quadro che definisce una serie di azioni congiunte per lo sviluppo dell’attività

pre-normativa e normativa

Un importante passo in avanti nel campo della ricerca che mira a una stretta cooperazione tra i due enti per individuare e sviluppare un portafoglio di programmi di ricerca, innovazione, internazionalizzazione e formazione.

Nello specifico l’accordo prevede:

  • la partecipazione dei ricercatori del Cnr alle attività di normazione, nell’ambito delle Commissioni Tecniche Unie nelle sedi normative europee (Cen) e internazionali (Iso) al fine di garantire la più ampia diffusione delle norme tecniche
  • un’azione coordinata delle attività di pre-normazione che consente a Unidi accedere ai programmi finanziati di ricerca come partner privilegiato del Cnr nei casi in cui tra le finalità della ricerca ci sia un riferimento all’attività di standardizzazione
  • una gestione coordinata delle possibili iniziative di informazione per la diffusione della cultura della normazione volontaria
  • per il Cnr l’accesso agevolato alle norme Unial fine di svolgere l’attività di ricerca con tutti i supporti utili

Inoltre, i due enti si impegnano ad un mutuo coinvolgimento in progetti di ricerca e innovazione finanziati a livello nazionale ed europeo e alla definizione e alla realizzazione di attività di divulgazione della cultura della normazione. “Il Cnr punta a garantire la più ampia diffusione delle norme tecniche partecipando alle Commissioni Tecniche Unie nelle sedi normative europee e internazionali. La collaborazione tra Cnr e Unisi traduce in uno scambio di informazioni, di idee e di esperienze atte a rafforzare e perfezionare le attività di ricerca e a trasferire i risultati di queste ultime nelle norme tecniche che, essendo aperte a tutti, costituiscono un importante stimolo per la società ai fini della diffusione dell’innovazione”, afferma il presidente del Cnr Massimo Inguscio.

“Siamo orgogliosi di operare in partnership con il Cnr. Riteniamo che lo scambio di conoscenze e la partecipazione dei ricercatori alle commissioni tecniche Unipossano portare un valore aggiunto e una spinta verso l’innovazione, un’innovazione che si traduce nella quotidianità, sicurezza e benessere di ogni cittadino. Vogliamo costruire un mondo fatto bene”, spiega Piero Torretta, Presidente Uni Ente italiano di normazione.

Leggi anche

Carrara, lavori in corso per l’edizione 2020 del Seatec

Fabio Iacolare

Sblocco dei dragaggi nei porti, Federagenti: “Ormai ci siamo”

Redazione

CMC Marine al Mets 2021, il salone nautico di Amsterdam

Redazione

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.