Località di mare Nautica

Nave Italia riprende il largo: al via i progetti 2022 per le persone disabili

nave italia

Con la partenza di ieri mattina dalla base della Spezia, il cigno di Nave Italia ritorna a spiccare il volo per la Campagna di solidarietà 2022, che vedrà il Brigantino-goletta più grande del mondo toccare ben 13 porti italiani della costa Tirrenica e Isole Maggiori, con a bordo ben 25 equipaggi ‘speciali’ provenienti da tutta la penisola.

Nave Italia e Marina Militare per migliorare con la vela la vita dei disabili

La Fondazione Tender To Nave Italia Onlus e la Marina Militare si prefiggono di promuovere la cultura del mare e migliorare la qualità della vita di persone con disabilità fisiche, cognitive e problematiche di inserimento sociale attraverso la navigazione a vela mettendo in atto la “terapia dell’avventura”.




Il mare, la vela, la navigazione, le regole della vita di bordo, gerarchia, prossimità e ascolto, sono un potente e prezioso strumento di intervento nel sociale che mira a far accrescere l’autostima e a conquistare una maggiore fiducia in se stessi.

LEGGI ANCHE: Armatori da Brasile e Giappone nelle regate 2022 di ClubSwan Racing

Il progetto di Nave Italia testimonia il perdurante impegno del sodalizio nato nel 2007 tra Marina Militare e Yacht Club Italiano e rappresenta uno dei tanti esempi di attività che la forza armata svolge a favore della collettività, in un’ottica di solidarietà che da sempre contraddistingue il grande equipaggio della Marina.

Nave Italia è ​il brigantino più grande del mondo della Fondazione Tender To Nave Italia Onlus. Armato con un equipaggio della Marina Militare, accoglie a bordo un centinaio di giovani marinai speciali offrendo loro un’esperienza di vita davvero unica.

 

Iscriviti alla Newsletter per rimanere aggiornato su tutte le news!

Leggi anche

Spiagge Genova ancora off limits ma riaprono i parchi

Fabio Iacolare

Trofeo Emilio Benetti, un Chieffi in stato di grazia si impone davanti a tutti

Claudio Soffici

The Ocean Race 2023, presentata la nuova Sprint Cup per la classe VO65

Claudio Soffici

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.