Nautica Sport

Ashby, trimmer di New Zealand: “Noi a 60 nodi? Chiacchiere da banchina”

il trimmer Ashby di team new zealand: 60 nodi è un sogno

Il trimmer di Team New Zealand, Glenn Ashby, ridimensiona le voci sull’eccezionale velocità dell’AC75 dei Kiwi. In un’intervista a 1News l’australiano ha liquidato i rumors riguardo una presunta velocità di 60 nodi raggiunta dal loro scafo citando un film del suo paese, “The Castle”, in cui uno dei protagonisti dichiara “Ditegli che sta sognando”.

Ha poi aggiunto: “La barca sta decisamente andando più veloce e noi la stiamo spingendo al massimo, ma andiamo comunque nei limiti appena sopra i 50 nodi di velocità. È la fisica”.

Spithill: le condizioni del vento decideranno la Coppa America

Anche il timoniere di Luna Rossa, James Spithill, ha detto la sua su Team New Zealand in un’intervista. Il due volte vincitore dell’America’s Cup ha dichiarato: “Nella mia esperienza è davvero difficile giudicare le performance dall’esterno. Loro hanno persone che ci seguono e noi seguiamo loro. Ma sapere esattamente qual è l’angolo del vento, la velocità del vento e la velocità della barca è molto molto difficile, quasi impossibile”.




Per quanto riguarda invece i punti di forza delle due barche, Spithill ha spiegato: “Team New Zealand è forte con venti medi e a salire. La nostra barca nei Round Robin e nella finale di Prada Cup è andata molto bene con venti deboli. Entrambi i team stanno lavorando dove sono vulnerabili. Sarà interessante vedere chi colma meglio il gap e sarà più completo rispetto a dove era potenzialmente più debole rispetto all’altro team”.

Infine Spithill chiude una potenziale polemica che attribuiva al compagno di squadra e altro timoniere di Luna Rossa Francesco Bruni un commento sullo skipper di Team New Zealand Peter Burling che mancherebbe di esperienza. L’australiano spiega che i giornalisti neo zelandesi potrebbero aver probabilmente poco inteso alcune sfumature della lingua italiana e che “Burling è il migliore al mondo senza ombra di dubbio”.

Leggi anche

Marina di Ragusa, la Motonautica Boretto Po vince il World Cup Offshore classe 3D 2019

Fabio Iacolare

Vendée Globe: danni dopo collisione, Sam Davies annuncia il ritiro

Redazione

Vela olimpica: il bilancio dei due Mondiali ed Europei di Vilamoura

Redazione Sport

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.