Nautica Sport

American Magic piazza il colpo: Tom Slingsby per vincere nel 2024

tom slingsby

America’s Cup, quella del 2024, che si preannuncia più agguerrita che mai: American Magic ha infatti fatto suo un vero pezzo da novanta, ingaggiando per la competizione il velista australiano Tom Slingsby. Dai campioni di Team New Zealand, che non hanno bisogno di presentazioni, ad una Luna Rossa al top e al ritorno di Alinghi tra gli sfidanti: ora anche il team a stelle e strisce manda un messaggio chiaro alla concorrenza.

Tom Slingsby: “Felice di tornare nella Coppa”

La notizia è stata data proprio da American Magic tramite il suo profilo Facebook, con il velista che ha così commentato: “Sono estremamene entusiasta di tornare nell’arena dell’America’s Cup. Gli AC75 sono un’arte straordinaria, e non vedo l’ora di fare tutto il possibile per aiutare la nostra squadra nel tentativo di riportare il trofeo negli Stati Uniti e nel New York Yacht Club. Abbiamo talenti di fama mondiale a bordo e un grande tifo a riva: sono orgoglioso ed emozionato di farne parte”.




Tom Slingsby, velista classe 1984, ha vinto la medaglia d’oro nella classe laser delle olimpiadi del 2012 che si sono tenute a Londra, cui si aggiungono la bellezza di tre titoli mondiali. Questi successi gli sono valsi, sempre nel 2012, la nomina come atleta australiano dell’anno da parte dell’Australian Institute of Sport. Per Slingby, che ha dominato in entrambe le edizioni del SailGp con l’Australia, si tratta di un ritorno nell’America’s Cup: il campione australiano ritroverà, stavolta da avversario, il connazionale Jimmy Spithill, star di Luna Rossa con cui Slingsby ha vinto la Coppa nel 2013 e perso la finale nel 2017.

LEGGI ANCHE: Il 15 maggio a Bari la veleggiata per sostenere la lotta ai tumori del seno

American Magic aveva già annunciato a fine novembre 2021 che avrebbe preso parte all’America’s Cup 2024, definendo il protocollo molto ambizioso. Il ritorno di Alinghi, vincitore della manifestazione nel 2003 e nel 2007, e la grinta di Luna Rossa, desiderosa di vendicare la sconfitta nella scorsa finale, hanno forse oscurato il lavoro sin qui svolto dal team americano, che è tornato a far parlare di sé ingaggiando un top di gamma. L’America’s Cup che si sta delineando appare sempre più competitiva.

Iscriviti alla Newsletter per rimanere aggiornato su tutte le news!

Leggi anche

1000 Miglia in Tirreno: nuovo docufilm di The International Yachting Media

Redazione

Assarmatori: “Stop a speculazioni su norme IMO per carburanti a basso contenuto di zolfo”

Fabio Iacolare

Disputate le prime due prove della 49esima edizione del Campionato Invernale Vela d’altura del Golfo di Napoli

Fabio Iacolare

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.