Località di mare

Gestione spiagge libere ad Albenga, ecco i cartelli con le norme da seguire

Gestione spiagge libere ad Albenga,ecco i cartelli con le norme da seguire

Primo weekend della Fase 3 con l’apertura delle regioni e il Comune di Albenga si prepara ad affrontare la tematica della gestione delle spiagge libere.

Spiagge libere ad Albenga, ecco le norme da seguire

Sono stati installati nella giornata di ieri dei cartelli PROVVISORI (saranno presto sostituiti dai pannelli definitivi) nei quali sono indicate le norme da seguire per evitare il verificarsi di situazioni di possibile contagio.

In particolare ricordiamo:

  • E’ importante seguire le regole indicate dal Ministero della Salute per evitare la diffusione del virus (lavarsi spesso le mani; non toccare occhi, naso e bocca con le mani; copriti naso e bocca con fazzoletti monouso quando starnutisci; pulisci le superfici con prodotti a base di cloro o alcol; copriti naso, mento e bocca con la mascherina nei luoghi dove non puoi rispettare la distanza di 1 metro; utilizza guanti monouso per scegliere i prodotti; evita abbracci e strette di mano; mantieni la distanza di almeno un metro da altre persone).
  • Assicurare un distanziamento tra gli ombrelloni (o altri sistemi di ombreggio) in modo da garantire una superficie di almeno 10 mq per ogni ombrellone, indipendentemente dalla modalità di allestimento della spiaggia .
  • Tra le attrezzature di spiaggia (lettini, sedie a sdraio), quando non posizionate nel posto ombrellone, deve essere garantita una distanza di almeno 1,5 m.
  • È vietata la pratica di attività ludico-sportive di gruppo che possono dar luogo ad assembramenti.
  • Gli sport individuali che si svolgono abitualmente in spiaggia (es. racchettoni) o in acqua (es. nuoto, surf, windsurf, kit surf) possono essere regolarmente praticati nel rispetto delle misure di distanziamento interpersonale.
  • Attenzione: per gli sport di squadra (es. beach-volley, beach soccer) sarà necessario rispettare le disposizioni delle istituzioni competenti.

POTREBBE INTERESSARTI: Albenga, sopralluogo del Comune sulle spiagge libere: ecco la situazione

Si ricorda che il mancato rispetto delle misure elencate, previste dell’ordinanza 22/2020 di Regione Liguria “Misure in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19 relativa all’attuazione sul territorio della Regione Liguria delle disposizioni di cui al DPCM 17 maggio 2020” è punito con sanzione amministrativa del pagamento di una somma da 400 a 3000 euro (DL n. 19 del 25/05/20).

Leggi anche

Il pirata Barbarossa e l’Isola d’Elba tra leggende, misteri e luoghi da visitare

Fabio Iacolare

Catania Summer Fest, gli eventi dal 4 al 10 agosto all’insegna della musica

Fabio Iacolare

Agropoli, Capaccio Paestum e Castellabate uniti per la pianificazione turistica

Fabio Iacolare

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.