Nautica Sport

Dopo oltre vent’anni torna nel 2025 la storica Admiral’s Cup

admiral's cup

Dopo un’attesa durata 22 anni, l’Admiral’s Cup fa il suo ritorno nel 2025 con cadenza biennale grazie all’organizzazione del Royal Ocean Racing Club.

Istituita nel 1957, questa competizione è conosciuta in tutto il mondo come campionato mondiale non ufficiale per le regate d’altura.

L’Admiral’s Cup torna con la formula tradizionale

“Riportare l’Admiral’s Cup è un modo meraviglioso per celebrare il centenario del Royal Ocean Racing Club”, ha commentato il commodoro della RORC James Neville. “Il formato scelto per l’Admiral’s Cup 2025 rispetta la tradizione della regata, così come la scelta delle Classi IRC per le barche che gareggiano offshore ai massimi livelli internazionali. Annunciando oltre due anni prima dell’inizio dell’Admiral’s Cup, i team avranno così tempo di prepararsi per un evento fantastico. L’obiettivo del RORC è attrarre squadre da tutto il mondo”.




Il direttore del RORC Rating Office, Jason Smithwick, ha spiegato che tipo di barche che saranno idonee per l’evento. “IRC produce le barche con sistema di classificazione più entusiasmanti e ad alte prestazioni del mondo e l’Admiral’s Cup è una grande opportunità per mostrare la nostra flotta. La fascia di rating IRC della classe Admiral’s Cup e l’intervallo di lunghezza sono stati accuratamente selezionati per consentire l’idoneità a quanti più tipi di barche, pur mantenendo un gruppo compatto per ciascuna classe in termini di prestazioni e anche di vincoli dimensionali per regatare nel Solent e nelle acque adiacenti. Le fasce di rating sono volutamente mirate a produrre regate ravvicinate in modo che le barche sperimentino condizioni simili durante l’ampia gamma di regate dell’Admiral’s Cup”. Per l’Admiral’s Cup Classe 1 ci sono le barche più grandi con una lunghezza superiore a 44 piedi (13,41 m) fino a 56 piedi (17,20 m), questa gamma comprende barche come il Cookson 50 e l’onnipresente flotta IRC 52/TP 52 altamente competitiva come esempi. Le barche di dimensioni modeste dell’Admiral’s Cup Classe 2 variano in lunghezza da 36 piedi (11,00 m) fino a 44 piedi (13,40 m) e hanno molte opzioni di barca con prestazioni relativamente elevate, come MAT 1180, J/125, GP42 e Ker 46″, ha concluso Smithwick.




LEGGI ANCHE: Varato ad Ancona il nuovo Gran Turismo 45 M/Y UV II di ISA Yachts

“Il RORC Race Team è entusiasta di organizzare l’evento e non vediamo l’ora di accogliere i team in gara al Solent e al Cowes”, ha commentato Steve Cole, RORC Racing Manager. “Con un misto di regate costiere serrate e la sfida delle regate d’altura, culminate nella Rolex Fastnet Race, l’Admiral’s Cup offrirà regate entusiasmanti. Non ci saranno limitazioni per l’equipaggio professionista, ma in aggiunta, il RORC continuerà la nostra spinta per inclusività nelle regate di yacht modificando i numeri dell’equipaggio IRC per l’evento per consentire un membro aggiuntivo dell’equipaggio, se una barca ha due donne o due velisti di età inferiore ai 25 anni, o una combinazione.Come per tutte le regate RORC, i concorrenti, gli amici e le famiglie essere i benvenuti al RORC Cowes Clubhouse durante la regata”.

Iscriviti alla Newsletter per rimanere aggiornato su tutte le news!

Leggi anche

Cluster Marche Yachting & Luxury Cruising, incontro con il presidente Acquaroli

Redazione

Cagliari, in corso il primo Raduno 2020 delle squadre nazionali di Vela

Fabio Iacolare

Transat Jacques Vabre: nella Class 40 vince Redman, Fantini quindicesimo

Redazione Sport

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.