Diporto

Beneteau, ecco il nuovo Oceanis 30.1: grande e piccolo allo stesso tempo

Nel momento in cui BENETEAU riafferma, fin nella sua firma, il suo impegno per una nautica da diporto innovativa e sempre più accessibile, il nuovo Oceanis 30.1 mantiene la promessa su tutti i fronti. Forte delle sue dimensioni trasportabili, di un’abitabilità fuori dal comune per la sua taglia e di un utilizzo mirato alla semplicità, il più piccolo modello della gamma crociera BENETEAU, non dimentica l’eleganza dello stile e dell’estetica. Si può scommettere senza grandi rischi su una carriera da ‘best in class’.

Presentazione attesa al prossimo Boot Düsseldorf 2019. Se ormai è raro presentare una barca per le sue dimensioni, il nuovo Oceanis 30.1 fa eccezione. La sua concezione si basa infatti su un’equazione che ha permesso di ridurre le dimensioni della barca e allo stesso tempo guadagnare in coperta e all’interno preziosi centimetri che faranno la differenza in termini di abitabilità e di confort.

Grazie al suo profilo fuori tutto di meno di 9 x 3 metri e al suo dislocamento a vuoto di meno di 4 tonnellate, l’Oceanis 30.1 è trasportabile su strada da un professionista ma senza dover utilizzare un trasporto eccezionale. Se si preferisce raggiungere gli specchi d’acqua tramite canali e fiumi, la versione chiglia retrattile e albero abbattibile apre ad una varietà infinita di programmi. Perfetto per navigare sui laghi o navigare lungo la costa, questo nuovo Oceanis è tutt’altro che una barca a vela di serie B, robusto e attrezzato per navigazioni al largo. Il più piccolo della gamma si rivela così essere l’unità che offre la più ampia possibilità di programmi!

Su una carena firmata Finot-Conq, l’Oceanis 30.1 accetta perfettamente la sfida dell’ultima generazione inaugurata nel 2017 con il 51.1: performance e semplicità di navigazione sono entrambi presenti. La prua sottile che si allarga a spigolo sopra la linea di galleggiamento, il peso ottimizzato, l’avanzamento di bolina, l’offerta di serie di una randa a corno sono elementi chiave per procedere speditamente a tutte le andature. La proposta iniziale di un timone di rispetto su un doppio timone conquisterà sia gli appassionati di sensazioni forti che i nuovi diportisti provenienti dalla vela leggera. Coloro i quali preferiscono il confort opteranno per il doppio timone a ruota. Per iniziare o navigare con equipaggio ridotto, si apprezzerà il fiocco auto virante ed il winch unico. Per grandi performance, sarà possibile dotare il proprio Oceanis 30.1 di un grande genoa a sovrapposizione, di un code zero su avvolgifiocco o di uno spy asimmetrico (piattaforma di prua integrata al design dello scafo).

Grazie alla sua carena a spigolo e alla raffinata proporzione tra bordo libero e tuga, l’Oceanis 30.1 adotta senza difficoltà l’aspetto di un piccolo yacht. La larghezza di poppa permette di proporre un doppio timone a ruota che libera completamente il pozzetto. Nella sua configurazione con timone di rispetto retrattile in ormeggio, lo spazio disponibile è ancora più ampio. Oltre all’aspetto elegante, la soluzione albero autoportante/ crocette acquartierate elimina il paterazzo e libera la circolazione verso poppa della barca. Lo stesso succede per la scotta randa: posizionata verso prua della discesa libera lo spazio e rende sicure le manovre. Da entrambi i lati del grande tavolo del pozzetto pieghevole, due comodi divani accolgono senza problemi sei persone. Verso poppa, l’accesso al mare avviene tramite un semplice gradino che può essere completato da una piccola piattaforma.

Rispondendo al 100% alle necessità particolarmente esigenti in termini di volumi e abitabilità, l’Oceanis 30.1 riesce a guadagnare nei punti strategici della barca preziosi centimetri che fanno la differenza con i suoi concorrenti. L’inserimento dei pagliolati nella struttura della barca permette infatti di raggiungere 1,98m di altezza interna nella parte centrale della barca e 1,85m nelle due cabine. I centimetri di lunghezza guadagnati verso prua e verso poppa della barca offrono alle due cabine doppie, un prezioso spazio di movimento (un’entrata accogliente per ogni cabina) e un orientamento dei letti disposti lungo la lunghezza della barca. I due divani da 2 metri del quadrato offrono due cuccette supplementari. Il grande bagno si divide tra wc da un lato e doccia-vasca dell’altro. A piedi della discesa, la cucina a L conta degli alloggiamenti alti e bassi, un frigo da 75 litri oltre che un vero e proprio forno sotto i fornelli a gas. Ancora, per quanto riguarda il confort, l’Oceanis 30.1 dispone di una discesa dolce (3 gradini a 33°) che rimane un punto forte della gamma crociera BENETEAU.

E dato che rendere la nautica da diporto accessibile passa anche da una politica dei prezzi accattivante, l’Oceanis 30.1 viene annunciato ad un prezzo pronto a navigare inferiore alle unità della sua categoria.

Leggi anche

TEAM Italia a bordo dei più attesi superyacht della stagione

Fabio Iacolare

Auxilia Marine Hybrid Kit, il sistema di propulsione ausiliaria per motori diesel fino a 2000kW

Fabio Iacolare

Roma, incursione pacifica di attiviste e attivisti di Greenpeace a Palazzo Bonaparte

Fabio Iacolare

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.