Località di mare News dal mare

A 70 anni naviga a remi tremila miglia per il cognato morto d’Alzheimer

remi

Ha vogato in solitario nell’Atlantico a bordo di un guscio di plastica a remi: dalle Canarie alle Antille, con la sola forza delle braccia, per dare il suo contributo alla ricerca sull’Alzheimer. Tremila miglia di navigazione in nome di suo cognato, Roger, morto all’età di 62 anni di demenza senile.

Frank Rothwell, pensionato dell’Essex di 70 anni, ha vinto la sua sfida. Ha partecipato alla Talisker Whisky Atlantic Challenge, una traversata non competitiva partita dalle Canarie nel dicembre scorso per sensibilizzare su diversi temi, che vanno dal cambiamento climatico ai diritti dei contadini in Nepal. Lo ha fatto su un guscio tecnologico, senza vela né motore, dotato di pannelli solari per riscaldare quella che è a tutti gli effetti una barchetta a reme.

Naviga a remi l’Atlantico: i fondi raccolti andranno alla ricerca sull’Alzheimer

Frank, adesso, sta per raggiungere il molo di Antigua, dove ad attenderlo ci sono la moglie Judith e i due figli, con un anticipo di dieci giorni rispetto al programma, racconta il The Guardian. Con la sua iniziativa è già riuscito a raccogliere oltre 630mila sterline che saranno donate alla fondazione Alzheimer’s Research UK.




“Mentre gareggiavo, ho ricevuto messaggi strazianti da persone che hanno avuto esperienze simili alla mia, con mio cognato Roger, quindi spero di aver aiutato in qualche modo anche altre famiglie”, racconta Frank. “Vorrei ringraziare tutti coloro che hanno messo le mani in tasca e hanno donato. Avere il sostegno di così tanti significa il mondo per me. Grazie”.

frank rothwell remi
Frank Rothwell, l”uomo che ha attraversato l’Oceano col suo guscio a remi

Nella sua imbarcazione, se così la si può definire, ha con sé soltanto un secchio di plastica, usato come toilette, e una specie di piano cottura al fianco sinistro. Frank ha remato in solitaria.

LEGGI ANCHE: Il giro d’Italia in barca a vela a 91 anni: il sogno di Mario Battilanti è divenuto realtà

Lui che non aveva mai partecipato a una prova del genere in vita sua, si è rivelato il più coraggioso e simpatico partecipante dell’ultimo Talisker Whisky Atlantic Challenge. Insieme a lui al via c’erano la bellezza di 55 equipaggi, ciascuno con una propria agenda e una buona causa da promuovere. Grande Frank: tre baldi giovanotti che hanno già completato l’impresa (naturalmente prima di lui) hanno reso omaggio al settantenne gallese dagli schermi della Bbc, sottolineando la sfida nella sfida: “Affrontare l’oceano in solitudine è qualcosa di straordinario”:

Leggi anche

I Lava You, a Vietri sul Mare è nata una nuova stella: la lava smaltata

Fabio Iacolare

Il Porto di Pisa per la tutela ambientale, ecco l’ultima iniziativa

Claudio Soffici

Cala Luna, sfigurata dall’alluvione una delle spiagge più belle della Sardegna

Redazione

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.