Diporto Nautica

Al via il Cannes Yachting Festival, oltre 600 gli espositori

cannes yachting festival

Si apre con una bella giornata di sole l’edizione 2022 del Cannes Yachting Festival, che inaugura la stagione dei saloni nautici in autunno. Port Canto, il piccolo marina dedicato alla vela si è da ieri riempito di visitatori e di gustose novità.

Alcune delle novità al Cannes Yachting Festival

Un pubblico ristretto ha camminato nei percorsi del salone nella giornata di ieri, in un evento che registra oltre 600 espositori e oltre 140 imbarcazioni inedite. Da ammirare c’erano barche uscite prima dell’estate e alcune mai viste, oltre a quelle presentate proprio a Cannes in anteprima mondiale, come ad esempio la tanto attesa Grand Soleil 40 del Cantiere del Pardo, barca disegnata da Matteo Polli per la serie performance del cantiere. Con un pozzetto in assetto da regata con le panche del pozzetto che convergono verso il centro barca, Grand Soleil 40 si presenta come un’imbarcazione fortemente orientata verso il concetto della crociera-regata. Segue a ruota il Grand Soleil 72, che rappresenta il ritorno del cantiere del Pardo nel campo dei maxi yacht a vela.




Notevole il numero di catamarani in esposizione: circa un terzo del salone è infatti dedicato a queste grandi barche, che vanno dai più piccoli Excess, come il nuovo Excess 14, fino all’enorme Sunreef 80, un vero e proprio superyacht della vela.

Come accaduto già a Genova, Lagoon porta il suo Lagoon 55, che sottolinea ancora una volta come il mercato dei catamarani stia prendendo la direzione delle grandi unità sopra al milione e mezzo di euro.

Poche novità, invece, nell’accessoristica, che a Cannes non trova una collocazione precisa: essendo la manifestazione suddivisa in due aree, gli espositori nel campo degli accessori hanno avuto fino alla fine il dubbio di quale area scegliere, portando addirittura alcune aziende italiane a rinunciare alla partecipazione dopo anni di presenza a Cannes.

LEGGI ANCHE: Aperti ufficialmente i Campionati Italiani Giovanili in doppio

Il vero tasto dolente, in un clima di ottimismo per il mondo della nautica, è quello, tra gli operatori presenti, di non riuscire a rispondere alla domanda di barche, considerata l’incapacità dei cantieri di rispondere alle richieste con una produzione adeguata. Alcuni cantieri, infatti, parlano di tempi di consegna che si aggirano intorno all’estate 2024.

Iscriviti alla Newsletter per rimanere aggiornato su tutte le news!

Leggi anche

Ritorna a Napoli l’Eastern Hemisphere Championship 2022

Claudio Soffici

Pearl Yachts annuncia una partnership con NextWave Yachting

Fabio Iacolare

Portacontainer blocca Canale di Suez: parte il dragaggio. Petrolio a +5%

Redazione Sport

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.