Nautica Sport

Trofeo Princesa Sofia, i risultati della quarta giornata di regate

trofeo princesa sofia

Le previsioni meteo facevano ben presagire con l’inizio della primavera, e così è stato. Risultati interessanti nella quarta giornata di regate del Trofeo Princesa Sofia, dalle conferme di Tita-Banti alla grande rimonta di Germani-Bertuzzi che in una sola giornata si sono portate al quarto posto. Si tratta di una squadra giovane, che deve trovare la sua identità di gruppo con l’esperienza.

I risultati del quarto giorno del Trofeo Princesa Sofia

Gli eventi di Palma, proprio per la peculiarità della location necessitano di una cura particolare e specifica per la loro organizzazione. La Squadra Nazionale diretta da Michele Marchesini, ha nel Team Manager Guglielmo Vatteroni il coordinatore di tutte le operazioni di logistica e di approvvigionamento che portano alla realizzazione delle trasferte. “L’organizzazione di questa trasferta inizia ai primi di febbraio quando, stabiliti i giorni di allenamento oltre a quelli della regata con il Direttore Tecnico, gli uffici FIV iniziano a prenotare i traghetti da Barcellona e da Civitavecchia per i furgoni-rimorchi dei tecnici. A marzo normalmente prenotiamo l’hotel per tutto lo staff tecnico che ci permette di raggiungere, in una ventina di minuti a piedi, l’Arenal che è base di 470, Nacra, FX e 49er. Diversa organizzazione per arrivare a Can Pastilla base nautica di ILCA, iQFOiL e Kite che necessita lo spostamento in furgone. I campi di regata sono ben 8 e permettono di far regatare contemporaneamente tutte le 10 classi se necessario e lo spazio riservato a terra per i partecipanti è ampio e ben organizzato nonostante il notevole numero di imbarcazioni. Se proprio dovessimo trovare una criticità riguarda la carenza di parcheggi per auto e furgoni. A Palma, credo di dirlo a nome di tanti, si viene sempre molto volentieri”, queste le sue parole sulla spedizione al Trofeo Princesa Sofia.




trofeo princesa sofia 2

Classe 470 Mix

Dopo le regate di oggi Ferrari-Caruso si confermano in seconda posizione con un quinto e un terzo posto. Bene anche Gradoni-Dubbini che chiudono la prima prova di giornata con un primo posto che gli permette di entrare tra i primi dieci. La classifica vede al comando gli spagnoli Xammar-Brugman 4, 2° Ferrari-Caruso 22, 3° i francesi Peponnet-Retornaz 26. Gli altri italiani in gara: 9° Gradoni-Dubbini 67, 35° Berta-Izzo 76, 36° Totis-Linussi 76, 56° Kuester-Monacelli 155, 63° Casertano-Matarazzo 198, 66° Di Salle-Padovani ritirati. “Durante la prima prova c’era un vento intorno ai 12/15 nodi e siamo riusciti a chiudere al primo posto, motivo di grande soddisfazione per noi visto che nella Gold ci sono tutti gli atleti più forti. Siamo soddisfatti per il lavoro che stiamo facendo, vogliamo continuare il nostro cammino verso posizioni sempre più alte. Questi risultati sono il giusto premio per il lavoro che stiamo facendo con il nostro tecnico”, ha dichiarato ai microfoni Gradoni.

Classe 49er

Prima giornata di Gold con quattro prove disputate secondo copione che proiettano in top ten Crivelli-Calabrò. La classifica viene rivoluzionata e balzano al primo posto i polacchi Staniul-Sztorch 31, 2° gli statunitensi Barrows-Henken 32, 3° i francesi Fischer-Pequin 32. Gli italiani in gara: 10° Crivelli-Calabrò 69, 15° Ferrarese-Chistè 75, 36° Anessi-Gamba 52.

Classe 49erFX

Ieri si evidenziava come la classifica fosse corta e fluida per cui bastava un filotto di buone prestazioni per modificare la propria graduatoria. Così è stato per Germani-Bertuzzi capaci di fare un notevolissimo balzo in avanti e posizionarsi al 4° posto. Questa la classifica: 1° le olandesi Van Aanholt-Duetz 28, 2° le brasiliane Grael-Kunze 37, 3° le svedesiBobeck-Netzler 43. Gli equipaggi italiani in gara: 4° Germani-Bertuzzi 44, 11° Stalder-Speri 66, 15° Passamonti-Fava 82, 16° Omari-Carraro 90, 32° Giunchiglia-Schio 74. “Oggi abbiamo trovato onde ben formate e vento forte intorno ai 16/18 nodi; per recuperare la giornata di ieri abbiamo fatto quattro prove che ci hanno permesso di recuperare molti punti in classifica e fare un grande balzo in avanti. Dobbiamo continuare con questa costanza soprattutto domani perché in quelle prove ci giocheremo l’accesso e il posizionamento nella Medal race”, ha affermato Jana Germani.

trofeo princesa sofia 3

Formula Kite

Una giornata certamente non esaltante per una serie di problemi che attardano i ragazzi italiani che comunque riescono a difendere con le unghie le rispettive posizioni in classifica. Questa la classifica dopo 12 prove: 1° il francese De Ramecourt 9, 2° il francese Gomez 12, 3° lo sloveno Vodisek 16. Gli italiani in gara: 5° Boschetti 36, 10° Pianosi 39, 11° Calbucci 47, 19° Brasili 83.

12 prove anche per il kite femminile che vede sempre il predominio della francese Nolot prima con 14 punti, 2° sempre la britannica Aldridge 25, 3° sale la statunitense Moroz 26. Le italiane in gara: 19° Tomasoni 137, 23° Laporte 158. 25° Pescetto 205.

Classe ILCA 6 e Classe ILCA 7

Altre due prove per la classe ILCA 6 che registra la marcia inarrestabile della Canadese Douglas prima a 9 punti, 2° posto la greca Karachaliou 29, 3° la britannica Snellgrove 31. Le Italiane in gara: 19° Benini Floriani 84, 25° Della Valle 114, 32° Albano 136, 50° Rizzardi 115, 54° Cattarozzi 130, 76° Talluri 227.

La Classe ILCA 7 raggiunge le 8 prove con le due disputate oggi. La comando della classifica il britannico Beckett con 33 punti, 2° il tedesco Buhl 35, 3° l’australiano Wearn 48. Gli italiani in gara: 14° Coccoluto 75, 26° Chiavarini 112, 45° Planchestainer 158, 67° Peroni 135, 74° Barabino 156, 81° Musone 169, 87° Paulon 185 , 129° Valentino 204, 137° Libri 240, 139° Natale 251.

I risultati della classe iQFOiL

Quattordici prove per le tavole volanti che vedono sempre Nicolò Renna in ottima posizione. Questi i primi tre posti: 1° il britannico Brown 22, 2° l’olandese Opzeeland 31, 3° Renna 46. Gli italiani in gara: 8° Di Tomassi 76, 18° Benedetti 135, 26° Cangemi 208, 30° Jacopo Renna 245, 37° Camboni 269.

Anche per la tavola volante femminile si raggiungono le quattordici prove, Questa la classifica: 1° la francese Noesmoen 36, 2° la britannica Watson 47, 3° la spagnola Lamadrid Trueba. Le italiane in gara: 19° Speciale 180, 31° Renna 305, 58° Oprandi 564, 59° Maggetti 565 (ritirata).

trofeo princesa sofia 4




LEGGI ANCHE: A Scarlino il primo appuntamento di One Design Melges World League

NACRA 17, ancora Tita-Banti al Trofeo Princesa Sofia

Giornata impegnativa anche per i Nacra 17 che disputano 4 prove. Allungano al primo posto Tita-Banti 10, 2° gli inglesi Gimson-Burnet 28, 3° i finlandesi Kurtbay-Keskinen 30. Altri italiani in gara: 4° Ugolini-Giubilei 33, 29° Hirsch-Orsolini 202. “Una bellissima giornata in acqua, finalmente Palma ci ha regalato le sue migliori condizioni con sole, vento e onda: è stata una giornata parecchio impegnativa per noi prodieri, abbiamo fatto quattro prove con onda e stiamo ancora scoprendo le nuove potenzialità di questa barca”, ha affermato Caterina Banti, che ha poi continuato: “Abbiamo provato a volare e abbiamo provato varie modalità e sicuramente abbiamo ancora tantissimo da imparare e c’è tantissimo da scoprire. Eravamo molto veloci in poppa; queste sono le nostre condizioni e anche oggi abbiamo portato a casa dei bellissimi risultati. Sicuramente stiamo scoprendo le nuove potenzialità della barca con il nuovo sistema dei timoni. Vediamo cosa accadrà domani, per adesso siamo molto soddisfatti.”

Iscriviti alla Newsletter per rimanere aggiornato su tutte le news!

Leggi anche

Multe salate e sequestri di barchini: a Venezia diportisti infuriati

Redazione

Carrara, al via la 18ª edizione di Seatec

Fabio Iacolare

Tuiga conquista il IX Trofeo Principato di Monaco a Venezia

Redazione Sport

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.