Nautica Sport

The Ocean Race, patrocinio del governo per la tappa finale di Genova

patrocinio del governo

Tantissima l’attesa per il Gran Finale della Ocean Race, la competizione velica in giro per il mondo che arriverà a Genova e per la prima volta nella sua storia nel nostro paese il prossimo giugno: a cinque mesi dall’inizio dell’evento, arriva anche il patrocinio del governo italiano.

“Le sfide sono l’anima dello sport e quando sono dure ed estreme rendono l’impresa più avvincente”, ha commentato Valentina Vezzali,  sottosegretario allo Sport. “Questa maratona, che porterà gli equipaggi a percorrere oltre 32.000 miglia e ad affrontare infinite difficoltà, è un appuntamento che ha 50 anni di vita e ogni volta si rinnova. The Ocean Race, che fa tappa per la prima volta in Italia e conclude l’edizione 2023 a Genova, rende merito alla storia di questa città, che sarà anche capitale europea dello sport nel 2024”.

Il patrocinio del governo per una Genova internazionale

Per l’ex medaglia olimpica, “Genova rappresenta il luogo ideale per coniugare una tradizione marinaresca con l’innovazione e la sostenibilità che sono, insieme all’offerta turistica, i punti di forza di questa realtà. The Ocean Race non è solo una scommessa sportiva di grande prestigio, ma anche una opportunità per l’Italia. È la conferma che lo sport non richiede solo coraggio, determinazione, preparazione ed esperienza, ma è anche un momento di festa e condivisione che coinvolge appassionati e chiede alle istituzioni di fare squadra. Aspettando il mese di giugno 2023, auguro buon vento a tutti”.

Sede principale dell’Ocean Race sarà il waterfront di Levante, dove avrà luogo in finale della competizione dal 24 giugno al 2 luglio 2023. “The Ocean Race è un appuntamento storico per la città di Genova e un evento di rilievo per il panorama nazionale nel 2023”, ha dichiarato il sindaco Marco Bucci, esperto velista. “Stiamo parlando di una manifestazione sportiva di grande valore, seguita con estremo interesse a livello mondiale. Ci onora il fatto di aver ricevuto il patrocinio del governo per quanto stiamo organizzando, che vedrà idealmente Genova capitale mondiale della Vela. Saranno giorni di grande fermento per la nostra città che avrà puntati su di sé gli occhi del mondo velico e pronta a ospitare decine di migliaia di appassionati, sportivi e curiosi: un’occasione da non mancare, sulla quale Genova misurerà la propria ambizione di città capace di attrarre e ospitare eventi di carattere internazionale”.

Nel frattempo, è stato installato ed inaugurato il nuovo schermo 3D nel Porto Antico, vicino all’ufficio di informazioni turistiche del Comune: lo schermo è attivo dalle 10 del mattino fino a mezzanotte e vuole proiettare i visitatori e i passanti nell’atmosfera mozzafiato della regata, trasmettendo tutti i giorni partenze e  arrivi delle altre tappe che precedono quella genovese.

Obiettivo riduzione delle emissioni di gas serra

L’evento di Genova, che avrà luogo dopo 5 mesi e 32.000 miglia di navigazione, porta con sé un importante progetto di sostenibilità: ridurre le emissioni di gas a effetto serra del 75%, con un evento a basso impatto ambientale. Questo è l’obiettivo dell’Ocean Race, al via il il 15 gennaio 2023 ad Alicante, in Spagna. La regata mira alla riduzione delle emissioni con una serie di misure, tra cui anche l’utilizzo di un numero inferiore di container per la realizzazione dell’evento, la riduzione del personale che viaggia a livello internazionale e una gestione attenta delle risorse, come cibo, materiali rifiuti e acqua. La regata, inoltre, avrà la durata di 6 mesi, rispetto ai 9 della scorsa edizione, riducendo l’impatto complessivo della manifestazione ulteriormente. Per assorbire più gas serra di quelli prodotti, infine, The Ocean Race investirà in progetti oceanici che ripristineranno habitat marini imperanti: ne è un esempio la piantumazione o la protezione delle foreste di mangrovie, fondamentale per catturare l’anidride carbonica e proteggere le coste.

LEGGI ANCHE: 90 GTS, la nuova ammiraglia della linea Fast & Iconic di OTAM

“Lo sport ha il potere di ispirare e accelerare l’azione e in nessun altro luogo questo è più importante che nella corsa contro il cambiamento climatico”, ha spiegato Meegan Jones, consulente per la sostenibilità della Ocean Race. “Stiamo riducendo drasticamente le emissioni rispetto all’ultima edizione della regata nel 2017/18, ma la creazione di un evento positivo per il clima può avvenire solo con il sostegno e il contributo di tutte le organizzazioni coinvolte”.

Iscriviti alla Newsletter per rimanere aggiornato su tutte le news!

Leggi anche

Coppa America, continua la trattativa Team New Zealand e Governo sulla prossima location

Redazione Sport

Riva di Traiano: domenica 1° marzo sarà una giornata da …Invernale

Redazione

Ferretti Group al Cannes Yachting Festival con 5 premiére

Redazione

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.