Località di mare Viaggi e stili di vita

Green pass e stabilimenti balneari: quando è obbligatorio?

green pass stabilimenti balneari

Il green pass è obbligatorio anche negli stabilimenti balneari? Cosa dice il decreto legge in merito alla fruizione dei servizi di balneazione? Sono le domande più frequenti che attanagliano gli italiani da quando, lo scorso 6 agosto, è stato introdotto il certificato verde vaccinale per accedere all’interno di alcune strutture al chiuso, quali ad esempio bar o ristoranti.




E per i lidi? Per andare in spiaggia nell’estate 2021 ci vuole il Green Pass? A fare chiarezza, ci ha pensato il sito specializzato mondobalneare.com, che in un articolo chiarisce che l’obbligo del possesso del green pass non riguarda la fruizione dei servizi di balneazione.

Green pass e stabilimenti balneari: cosa dice il decreto

L’articolo 3 del decreto legge 23 luglio 2021, n. 105, fa notare Mondo Balneare, stabilisce che “a far data dal 6 agosto 2021, è consentito in zona bianca esclusivamente ai soggetti muniti di una delle certificazioni verdi Covid-19, di cui all’articolo 9, comma 2, l’accesso ai seguenti servizi e attività: a) servizi di ristorazione svolti da qualsiasi esercizio, di cui all’articolo 4, per il consumo al tavolo, al chiuso; b) spettacoli aperti al pubblico, eventi e competizioni sportivi, di cui all’articolo 5; c) musei, altri istituti e luoghi della cultura e mostre, di cui all’articolo 5-bis; d) piscine, centri natatori, palestre, sport di squadra, centri benessere, anche all’interno di strutture ricettive, di cui all’articolo 6, limitatamente alle attività al chiuso; e) sagre e fiere, convegni e congressi di cui all’articolo 7; f) centri termali, parchi tematici e di divertimento; g) centri culturali, centri sociali e ricreativi, di cui all’articolo 8-bis, comma 1, limitatamente alle attività al chiuso e con esclusione dei centri educativi per l’infanzia, compresi i centri estivi, e le relative attività di ristorazione; h) attività di sale gioco, sale scommesse, sale bingo e casinò, di cui all’articolo 8-ter; i) concorsi pubblici”.

LEGGI ANCHE: Effetto Covid: gli italiani preferiscono vacanze all’aria aperta e in barca

Il green pass è quindi obbligatorio per i “servizi di ristorazione […] al tavolo, al chiuso” che eventualmente vengano svolti all’interno degli stabilimenti balneari. “Per la ristorazione l’obbligo del green pass sorge solo quando c’è il servizio al tavolo e la stessa si svolge al chiuso. Pertanto siffatto obbligo non riguarda la ristorazione che si svolge all’aperto o in veranda, né il self service e neppure il take away” conclude Mondo Balneare.

Iscriviti alla Newsletter per rimanere aggiornato su tutte le news!

Leggi anche

Slow Fish, fervono i preparativi per la IX edizione

Fabio Iacolare

Capodanno sull’isola di Mauritius, paradiso balneare a nord del Tropico del Capricorno

Fabio Iacolare

Al via la costruzione delle dune a Riccione per proteggere la spiaggia

Redazione

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.