Diporto Nautica

Campania, verso il sì al charter nautico nella Fase 2

charter nautico in campania

di Davide Gambardella

Le società campane di charter nautico sono pronte a ripartire. È quanto filtra dall’incontro informale di stamattina, avvenuto tra Afina e i rappresentanti di Confcommercio, nella sede di Napoli, per far riprendere le attività nella fase 2 dell’emergenza Covid 19 nel pieno rispetto delle misure di sicurezza.

Le linee guida per il rispetto delle misure anti-Coronavirus, stilate nelle scorse ore, sono al vaglio degli esperti del comitato tecnico scientifico regionale. Dopo il via libera al diportismo privato nautico, incassato sabato al termine della valutazione della task force regionale del presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, si attende dunque anche la valutazione del protocollo presentato per far ripartire tutta la filiera, anche quella legata al charter nautico in Campania.

Charter nautico in Campania, si attende il via libera degli esperti

La valutazione è affidata in queste ore agli esperti tecnici e scientifici di Palazzo Santa Lucia, ma filtra ottimismo in merito alla riapertura delle attività. La mossa delle associazioni di categoria, in queste ore, è quello di sollecitare anche Regioni e Province nella valutazioni delle singole specificità, nell’ambito della regìa nazionale, per coordinare le riaperture graduali delle attività produttive: una strategia adottata anche da Afina, che adesso mira a far ripartire anche il comparto del charteraggio, settore legato al turismo nautico che rappresenta una voce importante dell’economia locale in Campania.

LEGGI ANCHE: Fase 2 a Pozzuoli: via libera alla pesca sportiva

A seguito del sì alle attività private diportistiche arrivato sabato, Gennaro Amato, presidente di Afina (Associazione Filiera Italiana della Nautica che conta oltre 250 addetti al settore), aveva dichiarato: “La sicurezza della fase 2 del difficile momento storico sanitario, ben interpreta per naturale vocazione il rispetto della distanza tra individui per chi va in barca. Un diportista esce per mare con la famiglia e cerca sempre un luogo dove in tranquillità e, se possibile, in assenza di altri, poter fare un bagno. Perciò, è l’identificazione del rispetto delle regole della fase 2”. Ora si attende il parere favorevole alle linee guida da adottare anche nel settore del charter nautico: un via libera che potrebbe arrivare già nelle prossime ore.

Leggi anche

Autotrasportatori al tavolo per la definizione della nuova Convenzione sui trasporti per la Sardegna

Fabio Iacolare

Down the MississiPo, da Pavia a Trieste su micro-barche a vela di 3 metri

Redazione

Chiudi Italia, la Nautica Italiana da Diporto lancia un grido d’allarme

Fabio Iacolare

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.