Nautica Sport

Rolex Fastnet Race: Giancarlo Pedote e Martin Le Pape tagliano il traguardo

pedote le pape fastnet

Oggi, alle 12:41, Giancarlo Pedote e Martin Le Pape hanno tagliato il traguardo della 49ª edizione della Rolex Fastnet Race all’8° posto nella classifica degli IMOCA, completando in poco più di tre giorni le 695 miglia del percorso tra Cowes e Cherbourg-en-Cotentin.

Rolex Fastnet: Pedote e Le Pale qualificati alla Transat Jacques Vabre 2021

Grazie a questo risultato, il duo a bordo di Prysmian Group ha ottenuto la qualifica per la Transat Jacques Vabre 2021 oltre ad aver raggiunto una buona sintonia, che promette bene per il futuro.




“Nel complesso siamo contenti. Abbiamo affrontato bene questa prima regata insieme e soprattutto abbiamo potuto saldare il nostro duo, lavorando su punti importanti quali la comunicazione e l’esecuzione delle manovre. Le condizioni in partenza, con un’uscita complessa dal Solent a causa della meteorologia e del gran numero di barche presenti sul campo di regata, non erano le più adatte per iniziare un sodalizio, ma alla fine tutto ci è riuscito in modo semplice e naturale. Il bilancio di questa prima esperienza in doppio con Martin è sicuramente positivo”, ha commentato Giancarlo Pedote, pochi minuti dopo il suo arrivo.

Martin Le Pape subito a suo agio: “Esperienza interessante”

In effetti, i due navigatori hanno trovato rapidamente una modalità operativa efficace e Martin si è subito ambientato a bordo di Prysmian Group. “Avevo bisogno di capire come funziona un IMOCA in regata e questa prima esperienza è stata per me bella ed interessante, dall’inizio alla fine. Tutto sommato, abbiamo fatto una buona regata e abbiamo seguito la rotta corretta. Non abbiamo navigato come i primi, ma siamo sempre stati nel posto giusto per sfruttare al meglio la situazione in base alle armi a nostra disposizione”, ha confermato Martin Le Pape, felice di aver già condiviso con Giancarlo più di 1.000 miglia, tra la regata e il trasferimento di andata e ritorno tra Lorient e l’isola di Wight.




“Questa regata ci ha permesso di trovare una buona coordinazione tra noi, ma anche di capire che possiamo competere correttamente con gli altri, anche se sapevamo fin dall’inizio che sarebbe stato difficile raggiungere, in una regata di questo tipo, gli IMOCA di ultima generazione », ha dichiarato Giancarlo Pedote che ha ingaggiato un bel duello nel corso di tutta la regata sia con il duo Isabelle Joschke – Fabien Delahaye sia con Damien Seguin – Benjamin Dutreux, finendo in classifica tra i due, all’8° posto.

LEGGI ANCHE: Rolex Fastnet Race: a Skorpios la line honours a Cherbourg

“Si tratta di un primo importante traguardo per Martin e me, traguardo che ci ha permesso anche di ottenere la qualifica per partecipare alla Transat Jacques Vabre, che era uno dei nostri obiettivi principali “, ha concluso lo skipper di Prysmian Group.

Prysmian Group dopo aver tagliato il traguardo, ha proseguito la navigazione verso Lorient, suo porto di base, dove è atteso nei prossimi giorni.

 

Iscriviti alla Newsletter per rimanere aggiornato su tutte le news!

Leggi anche

Danni allo scafo: American Magic rinuncia ai Round Robin e va direttamente alle semifinali di Prada Cup

Redazione Sport

Nuovo Grand Soleil 44, prime miglia in mare e photo shooting

Davide Gambardella

Vela a Chiavari, Capitani Coraggiosi vince la Coppa Dallorso 2020

Fabio Iacolare

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.