Nautica Sport Video nautica

Barcolana53, gara ridotta per la Bora: vince Arca di Benussi

La Barcolana53 è stata vinta dalla barca Arca Sgr del triestino Furio Benussi. In poco più di 45 minuti, alle 11:16:03, il maxi ha raggiunto la terza boa, di fronte al castello di Miramare. Secondo classificato Ewol alle 11.18.10, nonostante abbia rotto la randa, e terzo Maxi Jena alle 11.26.45. Quarto posto assegnato a Adriatic Europa Dussan Puh (11.28.17).

Barcolana53, Arca trionfa anche sulla Bora

La gara è stata caratterizzata dalla bora, che da giorni soffia su Trieste e che, durante la regata, ha raggiungo raffiche a 40 nodi. Prima della partenza sono state escluse circa 300 barche, quelle più piccole e leggere, proprio per la bora forte: alla fine, ad aggiudicarsi la Barcolana53 è stato il Maxi Arca, ma durante la gara si sono registrati diversi incidenti che hanno costretto la guardia costiera ad un lavoro straordinario.




Una Barcolana caratterizzata dalla bora e da condizioni meteo impegnative ha fermato la corsa di Anywave Safilens e del suo equipaggio poco dopo il via della 53^ edizione.

Incidenti a catena: Anywave Safilens disalbera

barcolana53 arca

Anywave Safilens era partita in ottima posizione, il vento era molto sostenuto e rafficato. La barca timonata da Alberto Leghissa si è liberata velocemente dall’affollata linea di partenza, issando il gennaker con un ottimo passo nel gruppo dei Maxi.




Poco dopo, quando navigava in un momentaneo buco di vento è stata investita da una raffica improvvisa intorno ai 40 nodi, che ha fatto cedere l’albero. Immediata e pronta la risposta dell’equipaggio che dopo aver constatato che nessuno era ferito o necessitava assistenza, ha provveduto alla messa in sicurezza del mezzo anche grazie al pronto intervento dei vigili del fuoco ed è rientrato a motore a Portopiccolo.

“In questo momento c’è molta amarezza” così il Team manager Alberto Leghissa “abbiamo fatto un’ottima partenza e le premesse per una buona regata c’erano tutte: l’equipaggio era pronto e allenato e la barca era preparata bene. Sono incidenti che possono accadere e ora ogni sforzo è indirizzato a capire come intervenire nell’immediato futuro. Sono contento che tutti a bordo siano rimasti calmi e abbiano dimostrato ancora una volta di essere marinai oltre che velisti”.

Linea d’arrivo anticipata per la Bora

La linea di arrivo è stata anticipata dagli organizzatori proprio a causa della bora, dunque la regata non si è conclusa come di consueto in piazza Unità ma alla boa 3.




A causa del maltempo la regata è stata annullata dalla classe due in giù, che non hanno raggiunto la boa 3 ma sono rientrate direttamente in porto. La decisione è stata presa per evitare che questi natanti navigassero nelle aree del campo di regata dove più violente erano le raffiche di vento.

La barca del Molise al 105esimo posto

La barca Genesis dell’associazione Invelaconoi, patrocinata dalla Regione Molise, si è posizionata 105esima nella classifica generale e 40esima in quella di categoria. Un ottimo risultato per lo skipper Rocco De Vitofrancesco e il suo equipaggio. “Non eravamo attrezzati come gli altri Maxi, eppure siamo riusciti a conquistare un ottimo posizionamento”, dichiara lo skipper. “Il Molise ha vinto due volte”. Questa mattina, intorno alle 8:45, il team è ripartito alla volta di Montenero di Bisaccia.

Leggi anche

Cinquecento Trofeo Pellegrini, è caccia al record: tutto pronto per la partenza

Redazione

Napoli, al via l’edizione 2020 del Nautic Sud

Fabio Iacolare

Velista dell’Anno 2021: al team di Luna Rossa un riconoscimento speciale

Redazione Sport

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.