Diporto Nautica Video nautica

Magonis Wave e-550: il full electric vola in mare a 22 nodi

MAGONIS WAVE E-550

Con il motore Mag Power di 30 kW, il Magonis Wave e-550 ha navigato a 22 nodi in mare aperto. Dopo i consensi raccolti al Salone Nautico di Venezia dalla versione motorizzata Torqeedo Cruise di 10kW, con più kilowatt il nuovo Magonis si propone anche come tender per superyacht.

Finora le barche a propulsione elettrica sono state impiegate soprattutto nella navigazione lacustre e in particolare in quei laghi dove i motori endotermici sono proibiti. Ma come il mondo automotive, da sempre apripista sugli sviluppi motoristici, indica chiaramente, la sensibilità ambientale sta sempre più spingendo verso le motorizzazioni elettriche.

Magonis Wave e-550: la nautica è al passo coi tempi

magonis wave e-550 -

Grazie anche al cantiere Magonis, la nautica può stare al passo con i tempi e, dai consensi raccolti al suo debutto mondiale la scorsa primavera al Salone Nautico di Venezia sino ai test nel mare di Sabaudia, i segnali sono molto positivi.




“L’Arsenale e i canali di Venezia sono stati la cornice ideale per il debutto mondiale del Magonis Wave e-550”, spiega Mathieu Quintart, COO del cantiere italo-spagnolo. “Il pubblico e gli operatori del settore hanno apprezzato e percepito la filosofia del progetto: comfort, efficienza e rispetto dell’ambiente uniti a quei dettagli che donano alla barca una spiccata personalità. A tutto questo si aggiunge la propulsione elettrica su uno scafo progettato per questi motori e non semplicemente adattato: per esempio, lo specifico studio della distribuzione dei pesi per poter ospitare le batterie. Non è una differenza trascurabile. A Venezia abbiamo raccolto numerosi contatti e avviato importanti rapporti con possibili distributori presentando il Wave e-550 con la seconda motorizzazione più piccola delle quattro che abbiamo a listino, il Torqeedo Cruise di 10 kW, ma le richieste si sono soprattutto concentrate su quelle più potenti”.

Wave e-550, la motorizzazione più potente


Quindi, dopo il positivo debutto veneziano, significativo anche alla luce dell’obiettivo della completa elettrificazione della navigazione cittadina fissato per il 2028, era importante verificare le potenzialità del Magonis Wave e-550 con la motorizzazione più potente, il Mag Power di 30 kW (circa 40 CV), soprattutto in mare aperto. Verifica avvenuta nel mare antistante Sabaudia, sede del cantiere di costruzione del Magonis, con la conferma che i dati sviluppati in fase di progetto erano assolutamente realistici: 22 nodi di velocità massima con un’autonomia di 10 ore a 3 nodi. In una tipica giornata in mare, navigando a una velocità che varia da 3 a 22 nodi, il Magonis Wave e-550 assicura quasi due ore e mezzo di navigazione continua, mantenendo il 18% di batteria residua alla fine della giornata, a tutta garanzia della sicurezza.




Altra conferma importante è venuta dal comportamento in mare del Wave e-550, che ha ribadito la bontà del progetto e delle linee di carena mostrandosi sempre a proprio agio anche in condizioni di mare agitato. Fondamentale per le prestazioni si è rivelato il contenuto dislocamento di soli 335 kg, grazie alla costruzione in infusione sottovuoto dell’esclusiva tecnologia Light X Pro sviluppata dal team di ingegneri e designer Magonis.

“Possibilità di impiego ampliate notevolmente”

“Alla luce di questi test si conferma che le possibilità di impiego del nuovo Magonis si possono ampliare notevolmente”, ribadisce Mathieu Quintart. “Del resto il suo nome, Wave, vuole proprio sottolineare la sua versatilità, al lago come al mare e con ogni meteo. Inoltre, l’immersione di soli 0,30 m consente di avventurarsi fin quasi a riva nel più completo silenzio garantito dalla propulsione elettrica, quindi raggiungere quelle calette interdette ai motori a scoppio. In conclusione, il Wave e-550 si propone, non solo come divertente ed esclusivo daycruiser, ma anche come tender di lusso per grandi superyacht: la portata di sei persone garantisce infatti buone capacità di carico in un’ambiente raffinato ed esclusivo.

Un progetto internazionale

Il cantiere, con sede a Barcellona e sito produttivo a Sabaudia, ha fatto tesoro delle diverse influenze: la creatività ed esuberanza catalana combinata con il gusto e la tecnologia italiana. Il tutto per dare vita a una barca che, in 5,50 metri di lunghezza (4,96 m al galleggiamento) per 1,98 metri di larghezza, riunisce tutte le soluzioni per una divertente crociera diurna. Il layout a bowrider offre una zona prodiera capace di trasformarsi da accogliente dinette in un fruibile prendisole, mentre in pozzetto le accoglienti sedute e il protettivo parabrezza garantiscono una navigazione comoda e sicura.

POTREBBE INTERESSARTI: Suzuki Clean Up, nuovo appuntamento a Palermo con Assonautica

Le dotazioni standard prevedono delfiniera e ancora inox da 4 kg, scaletta di risalita dal bagno con quattro ampi gradini, quattro bitte di design di acciaio inox e dello stesso materiale sono la battagliola prodiera e i montanti del parabrezza. Altrettanto ricca l’offerta di optional: tavolo telescopico, ponte interamente in teak, frigorifero, doccetta, antifurto e tendalino XXL di 8 metri quadri sostenuto da montanti in carbonio.




Di grande effetto è poi la strumentazione, sostituita da un iPad di 13” opportunamente impermeabilizzato che l’armatore può portare sempre con sé. Anche per la carica dello smartphone è prevista un’apposita sede, mentre la musica è affidata a un impianto Fusion da 120 W.

Oltre alle due motorizzazioni già citate, l’offerta, rigorosamente fuoribordo, propone anche il Torqeedo Cruise di 4 kW (circa 6 CV), oppure il Mag Power di 18.0 kW (circa 24 CV). Anche per quanto riguarda il prezzo, il Magonis Wave e-550 riesce a stupire considerando la qualità delle finiture e la propulsione elettrica: dai 33.485 euro con il Torqeedo Cruise 4.0 RL a 68.900 euro con il Mag Power 30.0, tutti Iva compresa.

 

Iscriviti alla Newsletter per rimanere aggiornato su tutte le news!

Leggi anche

Tecnico di progettazione e design navale: ecco il corso Namaste

Redazione

Sardegna, esposto degli ecologisti a Punta Molentis: no alle sdraio in acqua

Fabio Iacolare

Sanlorenzo punta forte sul charter e acquisisce la società Equinoxe

Claudio Soffici

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.