Nautica Sport

Acqua a bordo di Maserati, Soldini è ancora in testa

acqua a bordo di maserati

Acqua a bordo e problemi alla deriva su Maserati Multi70: “Durante la notte di ieri, saltando sulle onde a cannamorta, è esploso lo stopper del tiragiù deriva. La deriva è schizzata fuori dalla sua sede e ricadendo è uscita dalle guide spaccando tutti i fondocorsa”.




Acqua a bordo di Maserati: il racconto di Soldini

Dopo quattro giorni di regate, Giovanni Soldini, ancora in testa alla RORC Transatlantic Race, continua a trasmettere aggiornamenti sulle condizioni dell’imbarcazione e ha raccontato cosa è successo a bordo nelle ultime 24 ore. “Di solito a bloccare la deriva ci pensano due slitte: una all’uscita dello scafo, l’altra un metro e mezzo sopra al fondoscafo. Ieri notte però la deriva si è sfilata dalla sua sede alta ed è quindi rimasta fissata precariamente nella slitte del fondoscafo, libera di ciondolare a destra e a sinistra. Le violente oscillazioni hanno così sfondato la scassa, una sorta di “astuccio” al cui interno scorre la deriva. Tutta la zona della deriva è racchiusa in due compartimenti stagni che sono pensati proprio per non allagare la barca in casi del genere. Entrambi i compartimenti, in questo momento, sono pieni di acqua, ma non risultano altre perdite. Siamo riusciti a rinfilare la deriva nella sua sede alta e l’abbiamo fissata a livello del ponte con legature di fortuna. Nel complesso però il peso dell’acqua imbarcata costituisce il 30% del peso totale di Maserati Multi70. Abbiamo anche provato a svuotare il comparto con secchi e una pompa ma dopo un’ora di lavoro il volume riconquistato era del 10% e alla fine abbiamo gettato la spugna. Il problema per ora è limitato alla performance, la barca è senz’altro sotto sforzo, ma reagisce molto bene e speriamo continui cosi!”.

LEGGI ANCHE: Alinghi pronto a volare nelle acque di Barcellona con l’AC75

Il rilevamento delle 12:00 UTC dell’11 gennaio vede la flotta dei tre MOD70 a meno di 900 miglia dal traguardo, dopo più di 2200 miglia percorse. Gli equipaggi vedono così avvicinarsi il traguardo, con Maserati Multi70 che mantiene il controllo sugli avversari e procede ad una velocità di 23 nodi a 697 miglia dall’arrivo: Zoulou (FRA) risulta secondo a 804, Snowflake (USA) segue in terza posizione a 817 miglia.

Iscriviti alla Newsletter per rimanere aggiornato su tutte le news!

Leggi anche

Timore di Confindustria Nautica, al Senato per i Canoni Demaniali

Claudio Soffici

Nazionali vela olimpica e giovanile: attività nel lockdown

Fabio Iacolare

A settembre torna la Millevele, la veleggiata dello Yacht Club Italiano

Redazione Sport

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.