Nautica

Turchia al secondo posto per i migliori servizi turistici ai musulmani

Podio nel turismo Halal tra i membri dell’Organizzazione della cooperazione islamica (OIC)

La Turchia è arrivata solo secondo ai leader Indonesia e Malesia nell’offrire i migliori servizi turistici conformi agli halal e le migliori condizioni per i turisti musulmani. Nella lista dei paesi membri OIC, la Turchia è seguita dall’Arabia Saudita e dagli Emirati Arabi Uniti (EAU). Secondo il Mastercard-Crescent Rating Global Muslim Travel Index (GMTI) 2019, l’Indonesia e Malesia guidano con un punteggio di 78 punti tra 130 destinazioni globali, membri e non-membri dell’OIC. Altri paesi OIC, tra cui Turchia, Arabia Saudita, Marocco, Oman e Brunei, continuano ad essere popolari tra i turisti musulmani.

“Queste destinazioni possono continuare a trarre benefici dal loro ambiente intrinsecamente musulmano sfruttando le nuove tecnologie per costruire strategicamente servizi che coinvolgono meglio i giovani viaggiatori musulmani millenari”, afferma il rapporto.   Tra i paesi non appartenenti all’OIC, Singapore, Tailandia, Regno Unito, Giappone e Taiwan hanno mantenuto le loro posizioni nei primi cinque e hanno ulteriormente migliorato i loro punteggi sull’indice.

“Corea del Sud e Filippine sono entrati nelle prime 10 destinazioni non OIC, scalzando la Germania e l’Australia.” Anche la Spagna è entrata nella lista dei primi 10 paesi non OIC, emergendo come una chiave halal-friendly Destinazione europea per i viaggiatori musulmani quest’anno”, afferma il GMTI.

Leggi anche

Forte dei Marmi, il grande Jazz a Villa Bertelli con il Sax Duo Grossi&Simoni

Fabio Iacolare

Salone Nautico di Genova, presentata la nuova edizione della Nautica in Cifre

Fabio Iacolare

Giallo su un’imbracatura trovata nel nord della Norvegia su di una balena

Fabio Iacolare

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.