Nautica

Turchia al secondo posto per i migliori servizi turistici ai musulmani

Podio nel turismo Halal tra i membri dell’Organizzazione della cooperazione islamica (OIC)

La Turchia è arrivata solo secondo ai leader Indonesia e Malesia nell’offrire i migliori servizi turistici conformi agli halal e le migliori condizioni per i turisti musulmani. Nella lista dei paesi membri OIC, la Turchia è seguita dall’Arabia Saudita e dagli Emirati Arabi Uniti (EAU). Secondo il Mastercard-Crescent Rating Global Muslim Travel Index (GMTI) 2019, l’Indonesia e Malesia guidano con un punteggio di 78 punti tra 130 destinazioni globali, membri e non-membri dell’OIC. Altri paesi OIC, tra cui Turchia, Arabia Saudita, Marocco, Oman e Brunei, continuano ad essere popolari tra i turisti musulmani.

“Queste destinazioni possono continuare a trarre benefici dal loro ambiente intrinsecamente musulmano sfruttando le nuove tecnologie per costruire strategicamente servizi che coinvolgono meglio i giovani viaggiatori musulmani millenari”, afferma il rapporto.   Tra i paesi non appartenenti all’OIC, Singapore, Tailandia, Regno Unito, Giappone e Taiwan hanno mantenuto le loro posizioni nei primi cinque e hanno ulteriormente migliorato i loro punteggi sull’indice.

“Corea del Sud e Filippine sono entrati nelle prime 10 destinazioni non OIC, scalzando la Germania e l’Australia.” Anche la Spagna è entrata nella lista dei primi 10 paesi non OIC, emergendo come una chiave halal-friendly Destinazione europea per i viaggiatori musulmani quest’anno”, afferma il GMTI.

Leggi anche

Nautica, Federazione del Mare: “Un ‘annus horribilis’ per tutta l’economia”

Redazione

Navigare 2021, al via sabato il salone nautico a Posillipo e Mergellina

Redazione

Monaco Smart Yacht Rendezvous per soluzioni sostenibili nei superyacht

Claudio Soffici

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.