Diporto Nautica

Barca a vela fatta di plastica riciclata: come un sole che solca i mari

plastica riciclata

Una barca a vela nel segno della sostenibilità e derivante da plastica riciclata è quella che emerge dal progetto Second Sun.

Il risultato, frutto della collaborazione tra Furf Design Studio e il designer Cesar Pieri, è un’imbarcazione che mira ad avere un impatto sull’ecosistema il più basso possibile, sia dal punto di vista ambientale che visivo.




La barca in plastica riciclata per smuovere le coscienze

Risalta subito all’occhio la forma della vela, rotonda e dello stesso colore del sole: come avere la stella madre del sistema solare che naviga verso l’orizzonte. Per la realizzazione del tessuto e della struttura sono stati impiegati materiali plastici recuperati dagli oceani.

La barca vuole così essere un avvertimento di tutti i danni che l’uomo sta causando al pianeta, che vede i suoi ecosistemi sempre più fragili e minacciati. La forma, invece, rievoca quella delle barche che gareggiano nell’America’s Cup e dei velivoli ad ali circolari, che aumentano o diminuiscono la spinta per girare e curvare.

Questa barca, che nasce dalla collaborazione tra Furf Design Studio e Cesar Pieri, è un chiaro esempio di nautica eco-sostenibile e innovativa, grazie anche allo scafo trasparente e realizzato con un biopolimero a base di microalghe. La sua superficie riprende l’effetto dell’acqua, con onde e increspature, e risulta quasi invisibile. “Permette un’esperienza di unione unica tra marinaio e mare”, hanno spiegato i progettisti, “un legame che si trasforma in cura”.




LEGGI ANCHE: Jules Verne Trophy, Bertarelli e Guichard per un nuovo tentativo da record

La randa circolare di colore giallo e lo scafo trasparente riescono infatti a rendere la barca il meno invasiva possibile all’occhio e all’impatto ambientale. L’immagine di un secondo sole vuole essere un monito verso la sostenibilità. L’obiettivo del progetto è quello di toccare le coscienze per la realizzazione di un futuro sempre più consapevole e sostenibile.

Iscriviti alla Newsletter per rimanere aggiornato su tutte le news!

 

Leggi anche

Giorgio Armani e The Italian Sea Group progettano uno yacht da 72 metri

Redazione

Evo R6 in anteprima mondiale al Cannes Yachting Festival

Fabio Iacolare

Il brigantino a palo Angela Accame, varato a Loano nel giugno 1876 dal Cantiere B. Amico

Fabio Iacolare

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.