Nautica Sport

Trofeo Kinder Joy of Moving, conclusa la seconda giornata di prove

Trofeo Kinder Joy of Moving

Condizioni meteo ottimali ed un vento fresco da nord hanno accompagnato la seconda giornata a Marina di Ravenna per la quarta tappa del Trofeo Kinder Joy of Moving della classe Optimist. Svolte ben tre prove per tutte le quattro batterie nelle quali si divide l’imponente flotta di 450 atleti, per un totale di 12 gare singole portate a termine dal Comitato presieduto da Domenico Guidotti.




Al via la Gold Fleet per la quarta tappa del Trofeo Kinder Joy of Moving

Nelle prime due prove un vento tra gli 8 e i 10 nodi, che sono poi aumentati nel terzo ciclo di regate fino a 12-13. Nella Divisione A balza fa un salto in avanti Giuseppe Montesano (Sirena CN Triestino), ieri in terza posizione, grazie a un 4°, un 2° e un 1° posto che valgono lo scarto del 5° ottenuto ieri. Subito dietro a lui un altro triestino, Francesco Tesser (Triestina della Vela) che fa registrare un 1° e un 2° posto, e lo scarto di un 6°. Affollatissimo il terzo gradino del podio provvisorio, occupato da ben quattro atleti a pari merito: Tomaso Picotti (Fraglia della Vela Peschier, 1-2-1), Mattia Di Martino (Società Velica Barcola Grignano, 2-8-7), Alberto Avanzini (Centro Nautico Bardolino, 2-1-4) e Leonardo Grossi (Fraglia Vela Riva, 3-3-2). Prima tra le ragazze Gaia Zinali (CV Antignano, 5-11-1) in settima piazza.

In Divisione B consolida la leadership Nicola Di Pilla (LNI Pescara) che, dopo i due primi posti di ieri, vince anche la terza prova, scarta un 18° nella quarta e chiude la giornata con un quarto posto. Giorgio Nibbi (CN Sambenedettese, 3-3-1) e Antonino Mortillaro (Vela Club Palermo, 5-2-4) inseguono in seconda posizione con Filippo Noto (Società Canottieri Marsala, 8-1-2) staccato di pochissimo in quarta piazza. Chiude la Top 5 Mattia Pancini (CV Ravennate, 4-14-9). Anche qui la prima femmina occupa la settima posizione della classifica provvisoria, si tratta di Chia Davolio Marani (CV Torbole SCSD, 6-17-3).

LEGGI ANCHE: Incidente in barca all’Argentario, chi è la vittima: c’è l’ipotesi pilota automatico

Giornata iniziata con la cerimonia di liberazione in mare di due tartarughe marine, a cura dei giovani biologi marini del Cestha Marina di Ravenna. Era inizialmente prevista la liberazione di una sola tartaruga, ma i biologi del Cestha hanno deciso di raddoppiare l’evento riportando in acqua anche la seconda tartaruga che ha completato il ciclo di cure. Presente, al momento della liberazione, anche il giovane velista Marco Gradoni, vincitore di tre titoli mondiali consecutivi sull’Optimist.

La seconda giornata segna la fine delle qualificazioni, con la Gold Fleet in partenza nella giornata di oggi dalle 12.00, per l’assegnazione della vittoria di questa tappa.

Iscriviti alla Newsletter per rimanere aggiornato su tutte le news!

 

 

 

Leggi anche

Tita-Banti ancora davanti a tutti a Hyères dopo tre giorni di regate

Claudio Soffici

Trofeo Campobasso 2020, vince Marchesini. Il presidente Cattaneo della Volta: “Il Circolo Savoia è mille culure”

Fabio Iacolare

Nautica, sottosegretario Turco: “salvaguardare e tutelare un settore leader mondiale”

Fabio Iacolare

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.