Nautica

La Norvegia punta sul turismo, ecco le spiagge dell’estate 2020

Norvegia spiagge

di Davide Gambardella

La Norvegia è tra le nazioni che pensano di poter effettivamente riaprire anche al turismo dall’estero. Essendo tra uno dei Paesi che è riuscito a tenere basso i tassi di infezione da Covid 19, può permettersi adesso di guardare alla stagione estiva 2020 come un’opportunità da non perdere, complice anche il ritardo che si registra nel Mediterraneo.

L’obiettivo del Paese dei Fiordi è quello di sfiorare lo straordinario +20% di turisti registrato nel 2016. Non facile, in un momento come questo, ma l’immobilità nelle regioni del sud a vocazione turistica per l’emergenza sanitaria ancora in atto offre un’occasione ghiotta. Mentre in Italia ancora non è chiaro come e quando partirà la stagione balneare, e paesi come Spagna e Grecia iniziano a pronosticare date di riapertura, la Norvegia punta al mercato turistico europeo, contendendosi una buona fetta con la Croazia, che ha già annunciato la ripartenza.

Viaggiare in Norvegia, quali sono adesso le limitazioni?

Le condizioni che attualmente la Norvegia pone ai viaggiatori stranieri in arrivo, sono quelle di rientrare al paese di origine o di porsi in quarantena per 14 giorni: misure che garantiscono nel paese del nord Europa saranno riviste, permettendo una riapertura graduale delle località di mare.

Turismo norvegese che non avrà problemi anche nel visitare quelle nazioni che affacciano sul Mediterraneo che già hanno dato il via libera ai flussi di visitatori provenienti dai Paesi che meglio hanno gestito l’emergenza Coronavirus Covid 19: ad esempio, l’isola di Cipro ha già annunciato che sarà parzialmente riaperta ai turisti da luglio, ma solo per chi proviene da Danimarca, Norvegia, Islanda, Grecia e Israele. Anche in Grecia, il Governo ha dichiarato che, a partire dal primo luglio, il paese si preparerà ad accogliere i turisti stranieri, solo provenienti da determinati paesi, a partire da luglio, per poi ipotizzare una riapertura graduale anche per tutti gli altri. I norvegesi avranno dunque accesso anche nelle spiagge greche.

Rilancio del turismo: anno d’oro per le spiagge norvegesi

In Norvegia intanto studiano il piano sicurezza per dare il benvenuto ai turisti stranieri. Con i suoi paesaggi mozzafiato ed un clima insolitamente mite, potrebbe essere un anno d’oro per il turismo locale. Il mare norvegese bagna zone costiere libere e accessibili a tutti, quindi si possono facilmente unire giornate di spensierata vita da spiaggia ad attività come escursioni, bicicletta e pesca, divertimento artico sotto il sole di mezzanotte, vita culturale, fiordi, natura incontaminata – e magari un safari fotografico alle balene.

Lunghe giornate e notti brevi: ecco l’estate in Norvegia

Norvega spiagge 2Giornate lunghe e notti brevi, il sogno di ogni vacanziero estivo si può realizzare sulle spiagge norvegesi. A nord del Circolo polare artico, addirittura, le notti sembrano inesistenti, grazie al fenomeno del sole di mezzanotte.

Contrariamente a quanto si possa pensare, in Norvegia il clima in estate è spesso piuttosto stabile e le temperature sono piacevoli, sia nell’entroterra sia lungo la costa. Non si superano i 30 gradi, dunque il caldo torrido italiano di agosto è solo un ricordo sbiadito.

Infatti, il clima e la temperatura dell’acqua sono spesso miti durante la stagione estiva, grazie alla Corrente del golfo che riscalda l’intera costa norvegese. Persino nelle zone più settentrionali il clima è simile a quello primaverile italiano. Naturalmente, alcune delle splendide spiagge che si affacciano sul mare aperto nella Norvegia settentrionale risultano più fredde, ma nella Norvegia meridionale la temperatura dell’acqua può raggiungere i 23° in piena estate.

LEGGI ANCHE: Norwegian Cruise Line apre le vendite di un anno di viaggi da sogno

Mare pulito, da bandiera blu internazionale, e scogliere da mozzare il fiato, sono alcune delle caratteristiche dei luoghi di mare in Norvegia. Ne riportiamo alcune.

Bystranden, la spiaggia norvegese premiata con l’eco-label internazionale di Bandiera Blu

La prima spiaggia norvegese a ricevere l’ambito eco-label internazionale di Bandiera Blu è stata Bystranden, nella città di Kristiansand. Nel 2019 la Norvegia ha ben 16 spiagge Bandiera Blu e molte altre si stanno dando da fare per ottenere la certificazione.

Bystranda, situata presso il centrum città, è tra le spiagge più popolari, ed è situata sulla Kvadraturen e al Tangen. Nelle vicinanze della spiaggia c’è il complesso di piscine Aquarama, con piscine all’aperto e al chiuso. Aquarama è accanto all’hotel “Scandic hotel Bystranda”, che è la Norvegia del sud. Palmesus è un festival annuale, il più grande festival in spiaggia della Norvegia.

Hamresanden invece si trova tra T-Shirt e l’aeroporto Aeroporto di Kristiansand, Kjevik . Si tratta di 3 km (2 miglia) di lunghezza che lo rende più lunga spiaggia di Kristiansand. Ci sono tre posti e un residence in spiaggia. Il nome deriva dalla vicina la sottoparte Hamre.
Sømstranda invece è una spiaggia per nudisti a Kristiansand situato a SOM .

La scogliera di Trolltunga, la più fotografata del Vestland

Trolltunga, nel Vestland, in Norvegia, è la celebre e spettacolare roccia sporgente che si protende in orizzontale, sospesa a 700 metri sul lago Ringedalsvatnet. Si trova a poca distanza dal villaggio di Skjeggedal; è situata a 1100 m s.l.m. ed è uno dei siti più iconici e fotografati di questa regione.

Leggi anche

Castellammare del Golfo, pescatori donano pesce a famiglie bisognose

Fabio Iacolare

Cerimonia inaugurale Salone Nautico, al via a Genova fino al 6 ottobre

Fabio Iacolare

A Marsala l’esposizione della nave romana di Marausa

Fabio Iacolare

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.