Località di mare

Oasi di Torrefumo a Monte di Procida: recupero della vegetazione

Oasi di Torrefumo a Monte di Procida: recupero della vegetazione

Oasi di Torrefumo a Monte di Procida: recupero della vegetazione da parte del sindaco metropolitano, Luigi de Magistris che ha approvato oggi una delibera con cui si dà l’avvio, attraverso la stipula di una convenzione alla realizzazione di un importante progetto di salvaguardia ambientale.

Si tratta di interventi di prevenzione, protezione idrogeologica ed ambientale oltre che di recupero e ricostruzione della vegetazione per il contrasto e l’adattamento ai cambiamenti climatici e per la valorizzazione dell’area di Marina di Torrefumo nel Comune di Monte di Procida.

Si tratta di un programma integrato sperimentale pilota che, nell’ambito del Piano Strategico Metropolitano, si colloca nel più ampio progetto Ossigeno Bene Comune che la Città Metropolitana di Napoli si propone di realizzare nell’intero territorio metropolitano.

Il programma prevede il coordinamento in un progetto generale di tutti gli interventi previsti nell’area, la verifica dei prerequisiti di sicurezza del territorio e dei beni esposti.

Messa in sicurezza dell’Oasi di Torrefumo e non solo 

Sono previsti interventi per l’Oasi Naturalistica di Marina di Torrefumo e la messa in sicurezza e valorizzazione dell’area di via Panoramica e l’adattamento della linea di costa ai cambiamenti climatici, restauro ambientale ed una sua valorizzazione sostenibile.

E’ previsto anche lìelaborazione di un piano di gestione generale per tutti gli interventi.Il protocollo che sarà sottoscritto per conto della Città Metropolitana, su delega del sindaco metropolitano de Magistris, dal consigliere delegato Salvatore Pace.

LEGGI ANCHE: Ferragosto da record per presenze turistiche in Campania

Il progetto coinvolgerà il Comune di Monte di Procida, l’Autorità di bacino Distrettuale dell’Appennino Meridionale, il Dipartimento di Scienze e Tecnologie dell’Università Parthenope, il Parco Regionale dei Campi Flegrei e il Parco Sommerso di Gaiola.

L’Oasi di Torrefumo è, infatti, un’incantevole sentiero naturalistico costiero lungo circa un chilometro e mezzo. E’ caratterizzato da una laguna e da elementi naturalistici di notevole impatto e sullo sfondo un magnifico panorama.

L’oasi naturalistica di Torrefumo deve il suo nome ad una torre di avvistamento (oggi scomparsa) che per comunicare con l’entroterra usava i segnali di fumo.

Leggi anche

Paestum, musica all’ombra dei templi con i Licei Campani

Fabio Iacolare

Giornata dei Marinai scomparsi in mare, Mazara del Vallo ricorda le vittime dei naufragi

Fabio Iacolare

Marina di Pietrasanta, divieto di balneazione nella foce nord del Fiumetto

Redazione

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.