Località di mare

Pasqua, bel tempo ma niente bagni: temperature del mare ancora basse

Pasqua, tempo di gite fuori porta, di scampagnate al mare ma… non ancor tempo di bagni. Seppur le temperature siano in netto rialzo, le acque che bagnano la costa italiana non sono ancora pronte per i bagnanti.
Dati alla mano sugli esodi previsti in questo lungo ponte (oltre alla Pasquetta, ci saranno anche le festività del 25 aprile e del 1 maggio) saranno migliaia gli italiani che preferiranno le città d’arte e, soprattutto, le località di mare.

Un primo assaggio d’estate, complice il sole che brillerà nel weekend, ma attenzione: un bagno è troppo prematuro. Stando a quanto riportato da meteolive.it, un’entrata in acqua adesso risulta decisamente prematura e poco salutare per il fisico.

Il mare comincia a scaldarsi, ma non è ancora tempo della prova costume. Bagni rimandati, dunque. Scrivono gli esperti meteo, infatti, “iI picco freddo delle nostre acque, riscontrabile tra la fine di febbraio ed i primi giorni di marzo, è comunque passato; adesso gli specchi di mare che circondano l’Italia tendono lentamente a scaldarsi, ma ci vorrà ancora un mese (almeno) per poter attingere beneficio dopo un eventuale bagno”.

“Le temperature di superficie – spiegano sul sito Internet specializzato – non superano i 16° (riscontrati sul Golfo di Cagliari, Napoli e Venezia), decisamente pochi per un’eventuale entrata in acqua. Gli altri settori presentano temperature abbastanza omogenee tra 14 e 15°, con un minimo di 13° in corrispondenza del Golfo di Trieste”.

Leggi anche

Cinque Terre, i borghi antichi dei pescatori liguri divenuti patrimonio dell’Unesco

Redazione

Da uno studio le sabbie dei fondali di Panarea sono simili a quelle di Marte

Fabio Iacolare

Ecco i dieci luoghi europei da visitare secondo Lonely Planet

Fabio Iacolare

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.