Località di mare

Piombino, riapre il Parco Archeologico di Baratti e Populonia

Piombino, riapre il Parco Archeologico di Baratti e Populonia

Piombino, riapre il Parco Archeologico di Baratti e Populonia dopo oltre due mesi di stop imposto da un’emergenza sanitaria da coronavirus senza precedenti, il prossimo sabato 23 maggio riaprirà i battenti anche il Museo archeologico di Piombino, pronti ad accogliere i visitatori con servizi potenziati e nel più rigoroso rispetto delle norme di sicurezza anti Covid-19 previste per i musei e i luoghi della cultura.

“È con grande entusiasmo che, dopo il lungo lavoro che ha visto impegnati con dedizione i dipendenti della Parchi in questi mesi così difficili e incerti per il turismo e la cultura, annunciamo la riapertura del parco archeologico e del museo” dichiara Mauro Tognoli, Amministratore Delegato della Parchi.

“Fin dall’inizio del periodo di sospensione, l’obiettivo condiviso con il Presidente Alessandro Bruni e l’intero Consiglio di Amministrazione della Società, su stimolo del sindaco Francesco Ferrari e di concerto con l’impegno dell’assessore al bilancio Paolo Ferracci a reperire le risorse finanziarie necessarie, era di esser pronti alla ripartenza non appena i Decreti Ministeriali avrebbero consentito la ripresa delle nostre attività”.

 Parco Archeologico Baratti e Populonia, ampi spazi aperti e percorsi attrezzati

Ampi spazi aperti, percorsi attrezzati, un patrimonio storico-archeologico e paesaggistico con pochi uguali, che non smette di stupire grazie alle recenti ricerche archeologiche, e un Museo su tre piani, ampio ma a misura di famiglia, con reperti unici, come l’Anfora d’argento di Baratti, sono i punti di forza dell’offerta culturale della Parchi Val di Cornia.

Inoltre, coerentemente con gli indirizzi dell’Assessore al Turismo e alla Cultura e Vicesindaco Giuliano Parodi, la riapertura vede il parco e il museo con servizi potenziati.

Tra questi, l’acquisto online del biglietto di ingresso al parco archeologico e al Museo, così da poter pianificare la propria visita, evitare le code e ridurre al minimo il tempo di permanenza nelle biglietterie, attrezzate con schermi protettivi e distanziatori, oltre a gel igienizzanti e a guanti usa e getta per gli acquisti nel museum shop e per l’utilizzo delle postazioni tattili al Museo.

Le visite guidate alla splendida necropoli etrusca affacciata sul golfo di Baratti e lungo i sentieri dell’Acropoli, con spettacolari affacci sull’area archeologica e sull’arcipelago toscano, saranno contingentate per un’esperienza in sicurezza, ma i tour saranno in numero tale da garantire la fruizione durante tutta la giornata, a partire dal mattino alle ore 10.30.

Novità anche per il Museo archeologico, dove con lo stesso obiettivo di garantire sicurezza e un’esperienza culturale completa, dal prossimo sabato sono previste visite guidate pomeridiane alla Collezione. Un’occasione anche per i residenti per godere del proprio patrimonio e riscoprirne la bellezza immutata.

LEGGI ANCHE: Ultima conferenza estiva al Museo archeologico di Piombino 

A maggio il parco e il museo saranno aperti sabato e la domenica dalle 10.00 alle 18.00 (aperti anche lunedì 1 e martedì 2 giugno). Visite guidate al parco a partire dalle ore 10.30 (ultima visita utile ore 16.30 alla necropoli, ore 16.00 per l’acropoli di Populonia), al Museo alle 14.30 – 15.30 – 16.30.

Leggi anche

Piano di Sorrento, a Villa Fondi la favola per bambini sulla salvaguardia del Mare

Fabio Iacolare

Bagheria, al via la III° Edizione dell’ Arco Azzurro Festival Jazz

Fabio Iacolare

Nasce Casa Amalfi, progetto social per gli amalfitani che restano a casa

Fabio Iacolare

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.