Diporto Nautica

Barche con documenti falsi, la guardia di finanza sequestra 10 natanti in Sardegna

la gdf sequestra 10 barche

Battevano bandiera olandese, ma erano totalmente sconosciute anche alle autorità dei Paesi Bassi. Dieci barche, per lo più a vela e dal valore complessivo di oltre un milione di euro, sono state sequestrate dalla Guardia di finanza del Reparto Operativo Aeronavale di Cagliari.

L’operazione coordinata dal comandante Alessandro Bucci è stata denominata “Orange Flag”.

Le navi “fantasma”

I sequestri sono avvenuti durante i controlli fatti dal ROAN in diversi porti sardi. I proprietari delle 10 imbarcazioni hanno mostrato ai militari dei documenti in lingua straniera che avrebbero dovuto attestare la registrazione delle barche presso le autorità olandesi. Il controllo da parte dei militari ha invece mostrato che si trattava di una semplice registrazione a un club nautico fiammingo. Un documento che non ha niente a che fare con l’immatricolazione di un’imbarcazione, ovvero il criterio di collegamento della nave con l’ordinamento giuridico di uno Stato. Le barche non potevano quindi navigare, perché totalmente fuori legge. Da qui il sequestro della guardia di finanza.




L’operazione odierna non è la prima del genere. Lo scorso ottobre, sempre la guardia di finanza, aveva scoperto 18 scafi battenti bandiera straniera e, in quel caso, sconosciuti all’Agenzia delle Entrate. I militari aveva sanzionato i proprietari con pesanti multe. L’operazione di ottobre seguiva a sua volta quella denominata Non expedit Rw, che portò alla luce 61 imbarcazioni di lusso completamente sconosciute al fisco.

LEGGI ANCHE: Barche non dichiarate al Fisco, cosa prevede la normativa?

I proprietari delle dieci barche sequestrate oggi dalla guardia di finanza sono stati deferiti alla commissione per i reati di navigazione.

Leggi anche

Motoryacht VQ40, record di ordini per il cantiere Vanquish

Redazione

Suzuki Marine, la più ampia gamma di fuoribordo drive-by-wire

Redazione

Coronavirus, la Cina riapre lo scalo portuale di Xiamen

Fabio Iacolare

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.