Località di mare Normative

Stagione balneare al via dal 15 maggio: ora decide il Ministero della Salute

stagione balneare 15 maggio

C’è una data su cui si ragiona per la riapertura delle spiagge in vista dell’estate 2021: la proposta del ministro del Turismo Massimo Garavaglia è quella di avviare la stagione balneare per il prossimo 15 maggio, confermando le linee guida per il contrasto al Covid-19 adottate lo scorso anno.

È quanto emerso da un incontro tenutosi a Roma tra il ministro e una delegazione del Sindacato italiano balneari – Fipe Confcommercio. A riportare la notizia è mondobalneare.com, secondo cui, durante la riunione, è stata evidenziata “la necessità e l’urgenza di avere date certe per l’avvio della stagione balneare al fine di pianificare il complesso e articolato lavoro di allestimento delle spiagge nonché per permettere alla clientela italiana ed estera di poter programmare le proprie vacanze”, ha detto il presidente del Sib Antonio Capacchione.

Stagione balneare al via il 15 maggio: la proposta al Ministero della Salute

Confermate le linee guida stilate la scorsa estate in piena emergenza Covid-19: adesso, la proposta del dicastero del Turismo è sul tavolo del Ministero della Salute, affinché la data ufficiale dell’avvio della stagione balneare possa essere fissata per il prossimo 15 maggio.




“Abbiamo infine espresso la preoccupazione della categoria per la precarietà dei titoli concessori derivante dall’errata applicazione della direttiva Bolkestein” ha aggiunto Capacchione. “In proposito il ministro Garavaglia ci ha assicurato che la questione è all’attenzione del governo e che nei prossimi giorni saranno adottati adeguati provvedimenti per la messa in sicurezza amministrativa di questo strategico comparto economico del paese”.

Le misure anti coronavirus sulle spiagge nell’estate 2021

Il calendario delle riaperture varato dal Governo fissa il primo step al 26 aprile: ad aprire per primi saranno bar e ristoranti anche a cena in zona gialla, poi toccherà anche agli stabilimenti balneari. Il tempo necessario per permettere ai gestori dei lidi di adeguarsi nuovamente alle linee guida di sicurezza dello scorso anno. Le misure anti-Covid sulle spiagge italiane nel 2021 saranno le stesse dello scorso anno: distanza fra ombrelloni, fra lettini, uscite ed entrare separate, niente buffet o self service ai ristoranti, prenotazione online, fasce orarie e disinfezione di sdraio e lettini dopo ogni uso.

LEGGI ANCHE: Coronavirus, ecco le linee guida per stare in spiaggia

Ci sono però anche delle novità come la possibilità di accedere alle aree giochi per bambini pur nel rispetto della distanza e sotto osservazione dei genitori e dei responsabili. Si potrà anche giocare in spiaggia a beach volley e a racchettoni e infine potranno aprire – sempre nel rispetto della distanza – le piscine all’aperto degli stabilimenti.

 

Iscriviti alla Newsletter per rimanere aggiornato su tutte le news!

Leggi anche

“Sui sentieri del Golfo”, ben 66 partecipanti al primo Trekking urbano del Golfo Dianese

Fabio Iacolare

Il tramonto all’Elba, una delle esperienze più coinvolgenti da vivere sull’isola

Fabio Iacolare

Barcolana 2020, primo piano di Linea Blu in diretta da Trieste

Redazione

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.