Sport

Campionato Italiano Moto d’Acqua conclusa la prima tappa del circuito

Campionato Italiano Moto d’Acqua conclusa la prima tappa del circuito

La prima tappa del Campionato Italiano Moto d’Acqua e del Campionato Regionale   per la categoria Giovanile  si è svolta a Santa Cesarea Terme, in provincia di Lecce, sabato 18 e domenica 19 luglio, ed è stata il primo evento della Federazione Italiana Motonautica post Covid-19.

La gara, organizzata dalla ASD Hardwave in collaborazione con il Comune di Santa Cesarea Terme, si è svolta nel pieno rispetto dei protocolli di sicurezza dovuti all’emergenza Corona Virus.

Il Campionato Italiano Moto d’Acqua nel Salento

Una sessantina i piloti presenti in Puglia, con condizioni climatiche eccellenti con due giorni di sole pieno.

Splendido il campo gara allestito davanti a Porto Miggiano, location molto bella e suggestiva, proprio una due giorni di gare molto avvincenti, tanta la voglia dei piloti di tornare in acqua dopo i mesi di lock down.

Il Presidente della Federazione Italiana Motonautica Vincenzo Iaconianni nel briefing con i piloti nella giornata di sabato ha voluto ringraziare gli organizzatori locali per l’impegno e lo sforzo profuso per far sì che la gara avesse luogo, e ha sottolineato il grande significato dell’evento come simbolo della rinascita dello sport dopo l’emergenza mondiale del Corona Virus.

Il Presidente della Commissione Moto d’Acqua Giorgio Viscione ha controllato e diretto il corretto svolgimento delle competizioni nel week end in terra salentina.

Tutte le gare sono state trasmesse in diretta Facebook, sul profilo ufficiale della Federazione Italiana Motonautica.

POTREBBE INTERESSARTI: A Santa Cesarea Terme la I tappa del Campionato Italiano Moto d’Acqua

Per quanto attiene i risultati di gara (classifiche finali riportate in allegato), nella categoria Ski F1 primo Daniele Piscaglia, secondo Matteo Benini, terzo Nicola Piscaglia (foto in apertura ©FIM).

Nella Ski F2 ha prevalso Daniele Piscaglia che si è imposto rispettivamente su Matteo Benini e Stefano Antonelli. Nella categoria Ski F1 Veterans ha prevalso l’austriaco con licenza italiana Andreas Reiter, secondo Giuseppe Donà, terzo Gianfranco Oliveri.

Nella Runabout F1 ha vinto Fabrizio Pepe, secondo Gaetano Costagliola, terzo Pierpaolo Terreo.
Nella Runabout F2 primo Sabato Pontecorvo, davanti a Juri Tiozzo, terzo Gaetano Costagliola.

Nella Runabout F4 maschile primo Marcantonio Oliveri, secondo Antonio Pontecorvo, terzo Paolo Noris.

Nella categoria F4 femminile ha prevalso Sara Nucera, seconda Giorgia Ingarra, terza Sonia Carrara.

Nella classe Runabout F1 Veterans primo Richard Ingarra, secondo Pierpaolo Terreo, terzo Giuseppe Greco.

Nella categoria Endurance ha vinto Juri Tiozzo, davanti a Michele Cadei, terzo Alfio Galiano.

Il Freestyle ha entusiasmato il numeroso pubblico presente con la vittoria del Campione del Mondo Roberto Mariani; alle sue spalle Massimiliano Pomponi, al terzo posto Massimo Accumulo.

Nelle Moto d’Acqua Spark Giovanile 15-18 anni primo Davide Pontecorvo, alle sue spalle Giuseppe Affatato, al terzo posto Beatrice Lucia.

Nelle Moto d’Acqua Spark Giovanile 12-14 anni ha trionfato Naomi Benini, seconda Carolina Vernata, terza Nicole Cadei.

LEGGI ANCHE: Si vive una volta sola, nuovo film di Carlo Verdone girato tra Bari e Salento

Questa categoria, che rappresenta l’avvicinamento dei giovanissimi alle moto d’acqua, ha visto in acqua una vera e propria stellina, Naomi Benini (sorella di Matteo Benini), che ha impressionato per come ha condotto la due giorni di gare e sicuramente sentiremo parlare in futuro di questa figlia d’arte.

Le premiazioni sono state effettuate dal Vicepresidente Vicario della Federazione Italiana Motonautica Paolo Meneghini e dal Sindaco di Santa Cesarea Terme Pasquale Bleve.

Appuntamento con la seconda tappa del Campionato Italiano Moto d’Acqua sul litorale di Anzio dall’11 al 13 settembre.

Leggi anche

Vela, ecco le date definitive della stagione Classe Contender 2021

Redazione

Nacra 15 Worlds 2019, al via a Marsiglia le prime regate

Fabio Iacolare

Il Laser resta classe olimpica anche per Parigi 2024 con Marsiglia come sede velica

Fabio Iacolare

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.