Località di mare

Si vive una volta sola, il nuovo film di e con Carlo Verdone girato tra Bari e Salento

Nove settimane di lavorazione nella calda estate 2019, in cui sono state coinvolte diverse località del Salento (Otranto, Castro, Diso, Santa Cesarea Terme, Melendugno, Porto Badisco, Sant’Andrea e Serrano), la città di Bari e la sua provincia (Conversano, San Vito di Polignano a Mare e Monopoli), per raccontare la vicenda di “Si vive una volta sola”, il nuovo film di e con Carlo Verdone, che per la prima volta nella sua carriera artistica ha girato interamente in Puglia.

Prima dell’uscita nelle sale del film, prevista per mercoledì 26 febbraio, il regista e attore Carlo Verdone e il cast artistico, con Rocco PapaleoAnna Foglietta e Max Tortora, e il produttore Luigi De Laurentiis, hanno voluto incontrare la stampa pugliese al Cineporto di Bari per raccontare la vicenda del film, ma anche le bellezze di una regione che Verdone ha voluto scoprire e immortalare nel suo 27mo film.  

Presenti alla conferenza stampa Michele Emiliano, Presidente della Regione Puglia, Loredana Capone, Assessore Regionale all’Industria Culturale e Turistica, Antonio Decaro, Sindaco di Bari e della Città Metropolitana di Bari, Simonetta Dellomonaco, Presidente di Apulia Film Commission, Antonio Parente, Direttore generale Apulia Film Commission, e Luca Scandale, Dirigente per la Pianificazione Strategica di Pugliapromozione. A moderare l’incontro il giornalista Marco Spagnoli.

Scritto da Carlo Verdone, Giovanni Veronesi e Pasquale Plastino, il film racconta di un quartetto di medici, tre uomini e una donna, tanto abili in sala operatoria – visto che persino il Papa si affida alle loro cure – quanto inaffidabili, fragili e maldestri nella vita privata. Il professor Umberto Gastaldi (Carlo Verdone) guida una formidabile équipe medica composta dalla strumentista Lucia Santilli (Anna Foglietta), dall’anestesista Amedeo Lasalandra (Rocco Papaleo) e dal suo assistente Corrado Pezzella (Max Tortora): un team di eccellenti professionisti della medicina ma anche e, soprattutto, un gruppo di insospettabili e implacabili maestri della beffa, sorprendenti nel gioco di squadra e insuperabili nel partorire scherzi spietati, specialmente se la vittima di turno è il loro amico Amedeo.

Ma la vita è piena di sorprese e durante uno sconclusionato viaggio on the road verso i mari del Sud d’Italia – fra incontri surreali, stupefacenti rivelazioni ed esilaranti avventure – i quattro amici inciamperanno in un’esperienza che non dimenticheranno mai, un colpo di scena che potrebbe cambiare per sempre le loro vite. Perché tutto può succedere se sotto un camice bianco, dietro uno stetoscopio, batte un cuore da adolescente. “Si Vive Una Volta Sola” è una irresistibile, beffarda radiografia dei nostri tempi del regista romano che ancora una volta ci regala uno spaccato del presente attraverso il suo sguardo acuto, dissacrante e sempre originale.

Prodotto da FilmAuro di Luigi e Aurelio De Laurentiis, il film è sostenuto da Regione Puglia con Apulia Film Commission e Pugliapromozione, ormai presenti in simbiosi in quasi tutti i festival e manifestazioni internazionali di cinema, per la prima volta insieme a sostegno di un’opera cinematografica.

Leggi anche

Erosione delle coste, draghe al lavoro nello specchio d’acqua di Riccione

Fabio Iacolare

Mozart, Verdi, Mascagni, Puccini: al Festival di Cervo è “di scena” il Melodramma

Fabio Iacolare

“Nello specchio di Biancaneve” all’Orto Botanico di Napoli

Fabio Iacolare

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.