Diporto Nautica

Feadship W, completato il restauro del superyacht olandese

feadship w 04

Feadship ha completato un importante restauro nella sua base olandese di un superyacht W da 57,60 metri, originariamente lanciato come Larisa sette anni fa.

Il suo sorprendente nuovo scafo d’argento metallizzato brilla sotto il sole olandese, e le sue prove in mare post progetto sono terminate venerdì 17 luglio con la restituzione al suo proprietario.

La nuova livrea e l’antivegetativa fanno parte di un’enorme serie di modifiche apportate a W negli ultimi dieci mesi, per riflettere i modi in cui al suo proprietario esperto piace godersi la vita in mare.

“Possedere una Feadship è motivo di orgoglio”

“Dopo aver acquistato W nel 2019, mi sono prefissato non solo di rimpiazzare la mia Feadhip appena acquisita in base ai miei requisiti specifici, ma anche di rinnovarla in ogni modo possibile, garantendo al contempo che rimanesse al 100% una Feadhip”, spiega l’armatore.

“Possedere una Feadship dà un enorme senso di orgoglio e sono convinto che l’unico modo per mantenere il pieno pedigree Feadship sia accedere ai formidabili talenti e capacità dell’intera organizzazione olandese. È stato meraviglioso poterla riportare nei Paesi Bassi e sapere che sarebbe stata aggiornata da molte delle stesse persone che l’hanno creata sette anni fa. Nessuno al mondo conosce una Feadhip come le persone che l’hanno effettivamente costruita e che mostra gli eccezionali risultati di questo progetto di refit”.

Feadship W, da quattro a sei cabine

feadship wLe principali attività di rinnovo hanno incluso l’immissione di una vasca idromassaggio più grande sul ponte sole e l’implementazione di importanti modifiche al layout interno.

Un miglioramento ispirato alla sala del ponte principale ha modellato uno spazio molto più aperto e uniforme, mentre il numero di cabine disponibili è stato aumentato da quattro a sei.

Ciò consente ora a quattro ospiti extra di godere dei piaceri di W e aumentare la capacità POB totale con l’equipaggio da 22 a 26.

L’ex cabina VIP sul ponte inferiore è stata convertita in due suite per gli ospiti di pari dimensioni e altrettanto lussuose in babordo e tribordo. Un letto matrimoniale Murphy è stato installato nella zona del pontile e l’adiacente stanza di polvere trasformata in un bagno rivestito in marmo, per quei momenti in cui il salone viene utilizzato come suite per gli ospiti, che godranno del meglio delle viste e di molti di spazio.

Il raffinato stile degli interni sviluppato da Bannenberg & Rowell Design nel 2013 è stato ampiamente mantenuto, integrato da vari tocchi personali realizzati dal proprietario insieme a A La Mer, Inc. con sede a Fort Lauderdale

Feadship W, aggiornamenti tecnici

Sul fronte tecnico, il punto di partenza per il proprietario è stato quello di garantire che tutti i principali sistemi su W fossero reimpostati su “zero time”. La timoneria su W ha ricevuto un aggiornamento completo con schermi tutti nuovi.

Tutta l’illuminazione di bordo è stata commutata da alogena a LED, il che ha reso necessaria la rimozione di tutti i soffitti e la trasmissione di tutti i cavi. I sistemi AV e IT sono stati completamente rinnovati ed è stata installata una nuova unità di trattamento delle acque reflue. Entrambi i motori principali di MTU sono stati completamente revisionati e tutti gli altri sistemi sono stati rivisti e modernizzati dove richiesto. Sono stati anche soddisfatti molti altri piccoli lavori di manutenzione, dall’abbozzare le aree del ponte colorate dal sole all’aggiunta di nuovi inserti in vetro a tutti gli armadi interni.

LEGGI ANCHE: Termina la collaborazione tra Solaris Power e Norberto Ferretti

Questo impressionante refitting ha comportato una stretta collaborazione con il team del proprietario e tra due diversi cantieri Feadhip. Il progetto è stato inizialmente avviato ad Aalsmeer con la fase di attracco a secco in atto a Makkum. Ciò ha consentito di soddisfare pienamente tutte le richieste di lavoro extra del team del proprietario senza influire sugli altri orari in corso. Questa scelta, mostra anche i vantaggi della flessibilità di Feadship di operare tra più sedi con risorse e know-how condivisi.

Covid-secure, la sicurezza ai tempi del Coronavirus

I tempi di consegna previsti sono stati prolungati a causa del raddoppio della portata delle attività e della necessità di tenere conto del Coronavirus. Quest’ultimo ha portato a un leggero abbassamento del ritmo di lavoro quando i modelli di spostamento del cantiere sono stati sfalsati per migliorare la sicurezza, parte di una serie rigorosa di misure implementate in tutti e quattro i cantieri navali nei Paesi Bassi per garantire che continuino a operare in una maniera Covid-secure.

“Un’ulteriore sfida è stata la necessità di revocare le restrizioni di viaggio prima che i membri chiave dell’equipaggio potessero raggiungere nuovamente la nave”, spiega il project manager Hans Vanderwiel. “Il proprietario è stato molto colpito dal modo in cui sono stati gestiti questi problemi senza precedenti, soprattutto perché gran parte del restyling ha dovuto procedere con le sole consultazioni remote. La decisione originale del proprietario di inviare W dal Mediterraneo ai Paesi Bassi per il progetto basato sulla reputazione senza pari di Feadship, nel rispetto degli accordi, è stata pienamente convalidata”.

Leggi anche

Coronavirus, Arleo: PMI in crisi e molte venderanno a fondi o competitor

Fabio Iacolare

Collegamenti marittimi tra Tartus e Sebastopoli, incontro tra delegazioni russe e siriane

Fabio Iacolare

I risultati della 38esima Salò Sail Meeting

Davide Gambardella

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.