Diporto Nautica

Sanlorenzo in continua crescita, da 164 a 604 dipendenti in 10 anni

sanlorenzo

Sanlorenzo, cantiere nautico tra i più prestigiosi al mondo e che vanta sedi alla Spezia, Massa e Viareggio, ha chiuso il bilancio con il fatturato record di 585 milioni di euro. Che la società italiana specializzata nella produzione di yacht e superyacht di lusso sia in grande crescita è indubbio, e a dimostrazione di questo si aggiunge un altro fattore: in 10 anni i dipendenti sono passati da 164 a 604.

Sanlorenzo, boom di crescita per il gigante italiano

Nel 2018, Sanlorenzo ha creato la sua Academy con l’obiettivo di formare i ragazzi e le ragazze ai mestieri nautici. “Trovare le persone giuste non è semplice, esiste una difficoltà oggettiva in ogni comparto industriale nel trovare figure con la preparazione adatta”, spiega Paolo Bertetti, vicepresidente di Sanlorenzo. La selezione per l’Academy è molto severa e le richieste sono molto alte. Nonostante questo, tuttavia, il 90% dei partecipanti è stato ad oggi assunto. Si tratta di operatori polivalenti, marinai, tecnici, idraulici, elettricisti, steward e marinai imbarcati. L’Italia è leader mondiale nella produzione di yacht di lusso e Sanlorenzo ne è la dimostrazione: “Eppure non è facile far capire ai giovani che possono far parte di un mondo affascinante come quello della nautica”, afferma Martina Fraschetti, responsabile delle risorse umane, “spesso c’è la concezione che sia una realtà inarrivabile, ma non è così”.




LEGGI ANCHE: Ferretti Group e la quotazione ad Hong Kong, si va verso la chiusura

Demaria, membro del cda di Sanlorenzo e ceo della controllata Bluegame, ha ricordato nuovamente di aver raggiunto “un accordo di partnership esclusiva con Siemens Energy, che porterà nel 2024 al primo 50 metri a fuel cell prodotto da noi”. Infine, una considerazione su quanto sta avvenendo in Ucraina e sulle possibili ripercussioni: “l’impatto sul nostro business è piuttosto limitato. La clientela russa rappresenta il 7,7% del portafoglio ordini, ma nessuno degli armatori appartiene alla lista dei sanzionati”, ha concluso Demaria.

Iscriviti alla Newsletter per rimanere aggiornato su tutte le news!

 

Leggi anche

Il taxi acqueo veneziano ibrido per una navigazione sostenibile

Fabio Iacolare

Il trimarano Dragonfly 40 nella nomination a Multiscafo dell’anno 2021

Davide Gambardella

Riva 130′ Bellissima è lo yacht più grande della gamma flybridge

Claudio Soffici

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.