Diporto Nautica

Sergio Davì nel Pacifico, superato Panama e stabilito nuovo record

sergio davì

Dopo essere partito lo scorso dicembre da Palermo con destinazione Los Angeles, a bordo di un gommone, Sergio Davì ha superato l’Oceano Atlantico ed è approdato nel Pacifico, stabilendo un altro record. Dopo la grande traversata in soli sei giorni da Capo Verde alla Guyana Francese, infatti, Davì è riuscito nell’incredibile impresa di percorrere due oceani con un gommone di soli 10 metri.

L’entusiasmo di Sergio Davì: “sognato questo momento”

Molto impegnativa e complessa è stata la traversata tra un oceano e l’altro, nonostante il tragitto piuttosto breve di 49 miglia, percorse in ben otto ore e mezza di notte. Se le navigazioni oceaniche sono, infatti, condizionate dal meteo e dal mare, il percorso lungo il Canale di Panama è stato fortemente influenzato dalle regole ferree imposte dalle autorità locali, a causa delle ragioni di sicurezza del traffico. Otto è stato anche il numero di giorni che ci sono voluti a Sergio Davì per ottenere l’autorizzazione ad attraversare il Canale.



Un tragitto molto lungo, pertanto, che ha però regalato grande soddisfazione alla fine. Enorme entusiasmo è quanto emerge nella pagina Facebook di Davì, dove il gommonauta di Monreale, comandante della Ocean to Ocean RIB Adventure, ha fatto sapere di essere ora diretto verso il Costa Rica: “sognavo questo momento sin dalla pianificazione dell’intera avventura. Sapevo che sarebbe stata un’esperienza unica e indescrivibilmente emozionante. Navigare lungo un canale che separa due oceani. La magnificenza di una straordinaria opera creata dall’uomo, nella cui realizzazione hanno partecipato tanti italiani. È stato un crescendo di emozione e di orgoglio man mano che navigavo lungo il canale senza tuttavia perdere la concentrazione”.

LEGGI ANCHE: La Coppa America torna in Spagna? Malaga tenta sorpasso su Barcellona

Nonostante il grande stress a cui sono stati sottoposti i motori e il gommone, oltre alla strumentazione elettronica, tutto ha mantenuto una perfetta efficienza e l’Aretusa Explorer è pronta a riprendere il suo cammino (mancano ancora 3 mila miglia nautiche circa). Non prima, però, di un riposo di qualche giorno, come fa sapere Davì su Facebook, dove è possibile essere aggiornati sulle novità del viaggio grazie alle numerose dirette.

Iscriviti alla Newsletter per rimanere aggiornato su tutte le news!

 

Leggi anche

Nautor’s Swan al Cannes Yachting Festival 2019 presenta i suoi gioielli: Swan 65 e la Swan 78

Fabio Iacolare

Campionato Invernale di vela di Catania, ecco i vincitori

Redazione Sport

Honda Marine presente al Versilia Yachting Rendez-vous 2019

Fabio Iacolare

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.