Diporto Località di mare

Aree Marine Portofino e Cinque Terre: Assormeggi nomina due responsabili

assormeggi

Nello spirito costitutivo e statutario che si è prefissato Assormeggi Italia fin dalla nascita, in particolare nei rapporti con Enti Pubblici, creando sinergia e collaborazione per un migliore approccio con i disposti normativi, i programmi di sviluppo e miglioramento delle due aree marine liguri, il Consiglio direttivo, nella giornata di ieri 21 Luglio ha dato incarico a due propri rappresentanti di occuparsi, per conto della stessa Associazione, dei rapporti con i vertici dell’Area Marina delle 5 Terre e dell’Area Marina di Portofino.

Assormeggi, ecco le nomine per Portofino e 5 Terre

Per la Riserva Marina di Portofino è stato dato incarico al Comandante Andrea Stagnaro, Sammargheritese, marittimo di lunga esperienza, preparato e conoscitore delle norme ambientali marine. Per la Riserva Marina delle 5 Terre è stato dato incarico al Dott. Lorenzo Rollandi, Biologo Marino, nato e cresciuto alle 5 Terre, quindi conoscitore del delicato equilibrio di quella Area Marina.




“Stante l’importanza che il comparto nautico rappresenta nel comprensorio della Riviera Ligure di Levante, sia in termini imprenditoriali, di diportismo puro, di cantieristica, l’Associazione ha ritenuto opportuno e doveroso nominare, all’interno del proprio organismo, delle figure di riferimento che avranno il compito di mantenere i rapporti con l’organizzazione degli Enti gestori della due Riserve Marine”, evidenzia Angelo Siclari Presidente di Assormeggi Italia.

“Quanto sopra con spirito di assoluta collaborazione e sinergia ed in particolare, nel rispetto dei relativi ruoli, al fine di poter apportare un fattivo contributo utile e costruttivo in quella che è la materia della salvaguardia dell’ambiente marino e della sicurezza in mare”, fa notare il presidente.

Siclari: “Coinvolgimento di imprese locali in programmi turistici”

Siclari tiene ad evidenziare, inoltre, che “centinaia di imprese locali, a nostro avviso, devono essere coinvolte in eventuali programmi che potrebbero portare a scelte importanti nel settore ove esercitano le attività lavorative, attraverso l’impiego di personale, risorse e tanta professionalità maturata in tanti anni di lavoro in mare. Siamo consapevoli di dover garantire sempre più l’equilibrio molto delicato dell’ecosistema marino delle due riserve marine tra le più affascinanti in Italia, che proprio per la bellezza unica ogni anno facciamo visitare con le nostre imprese charter, a migliaia di turisti da ogni parte del mondo”.

LEGGI ANCHE: Cinque Terre, i borghi antichi dei pescatori liguri divenuti patrimonio dell’Unesco

“Abbiamo dato comunicazione di questa nostra doverosa iniziativa ai Presidenti delle due riserve marine liguri, ai sindaci dei Comuni che ricadono nelle stesse ed al Presidente della Regione Liguria – aggiunge Siclari – Come imprenditori di un comparto fondamentale per il turismo del nostro territorio, ci auguriamo che gli Enti pubblici prendano atto che nel nostro comprensorio marino le imprese nautiche sono attori principali, da anni impegnati con professionalità e serietà a garantire un’alta qualità turistica, contestualmente garantendo ed offrendo posti di lavoro”.

Leggi anche

Acquario di Livorno, torna il formativo Educational Tour riservato agli insegnanti ed i loro familiari

Fabio Iacolare

Pesca e nautica: le regole del Dpcm dal 17 gennaio regione per regione

Redazione

Facilitare movimento essenziale di marittimi e personale marittimo

Fabio Iacolare

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.