Diporto Nautica

EXTRA 86 yacht, forte personalità e design contemporaneo

extra 86 yacht

L’ultima unità del modello EXTRA 86 yacht a toccare l’acqua non passa di certo inosservata grazie alla sua livrea grigio Daytona lucido che sulla sovrastruttura diventa opaco per esaltarne le armoniose forme. 

Quest’ultima abbinata ad un design dallo stile contemporaneo dona all’imbarcazione una personalità moderna ed unica nel suo genere.

Volumi eccezionali in rapporto alla lunghezza, consumi ridotti per una grande autonomia di navigazione e ambienti che favoriscono un contatto diretto con il mare sono alcuni degli elementi distintivi di EXTRA 86.

M/H Haze, moderne linee esterne e interni griffati

M/Y Haze nasce da un percorso progettuale partito dagli interni per poi comprendere gli esterni, per ottenere quell’ “impressione di penthouse” desiderata dall’Armatore, ed integra perfettamente le moderne linee esterne di Francesco Guida agli interni a firma Lawson Robb.

Le ampie finestrature, senza soluzione di continuità, offrono la magica sensazione di trovarsi all’interno di una grande cupola di cristallo, che dona una ineguagliabile luminosità agli esclusivi living interni ed una visione panoramica a 360°.

Le caratteristiche principali del G.A. includono la timoneria a prua, che rende il salone e il ponte di poppa molto ampi ed ideali per essere trasformati in uno “spazio di intrattenimento per proiettare film all’aperto a tarda notte”.

EXTRA 86 yacht, layout per massima visibilità in tutte le aree

extra 86 yacht 2La progettazione del layout ruota attorno alla volontà di garantire massima vivibilità in tutte le aree: ne è un esempio l’eccezionale pozzetto/beach club di oltre 50 metri quadrati che concede agli ospiti il piacere di vivere confortevolmente a contatto con il mare.

Il cockpit si sviluppa su tre livelli degradanti verso l’acqua dove la plancetta, attraverso un meccanismo idraulico, può affondare fino a sotto il pelo dell’acqua. Mentre a prua un grande prendisole e un confortevole divano creano una quarta area relax.

La cucina posizionata a poppa che, attraverso un’ampia e luminosa vetrata con sistema automatico up/down, consente una diretta comunicazione con l’area da pranzo esterna è arredata in marmo bianco e conferisce quella “sensazione di appartamento” che riflette l’approccio pratico del Cliente.

Il salone principale, a tutto baglio, comprende un confortevole divano a C in pelle creato su misura da sapienti artigiani italiani ed un tavolo da pranzo per 8 persone.

La palette colori degli interni miscela sapientemente il blu ed il grigio della pelle ai legni laccati per ottenere uno stile metropolitano d’avanguardia.

Il suo flybridge da 25 m² offre due posti di comando, una ampia area prendisole, un sofà semi circolare servito da un comodo tavolo ed un’area bar e barbecue.

I pannelli solari integrati coprono il salone principale e generano 5kW per varie utenze ed illuminazione. Pali in carbonio, facilmente removibili, sono stati predisposti sul Flybridge e sul cockpit di poppa per posizionare comodi tendalini utilizzabili anche in navigazione.

Per quanto riguarda gli alloggi, lo yacht può accogliere otto ospiti in quattro cabine, di cui una master suite a tutto baglio, una grande cabina VIP e due cabine doppie, tutte con bagno privato.

LEGGI ANCHE: Wooden Boats svela il WB27, il tender ‘Bentley style’ in composito di carbonio

Equipaggiato con due motori VOLVO IPS 1350, HAZE raggiunge una velocità massima di 21 nodi e può navigare in semi-dislocamento anche a 12 con un’autonomia di 1200 miglia nautiche.

Nella versione standard, il tender da 3,25m, si trova alloggiato sotto il prendisole di poppa e viene movimentato grazie ad una gruetta idraulica. Su Haze il tender scelto dall’Armatore è il Williams 395 posizionato su plancetta poppa e movimentato da tender lift e/o gru idraulica.

L’accesso alla zona equipaggio si trova a prua, composta da dinette, due cabine doppie, 4 posti letto e bagno.

Leggi anche

Il 3,2 per cento del PIL Sardo e il 17 per cento di quello turistico è a trazione Onorato

Fabio Iacolare

Il Moro di Venezia diventa un monumento alla Vela

Redazione

CNB Yachts sceglie il cantiere di Monfalcone per le sue creazioni

Fabio Iacolare

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.