Nautica Sport

Transat Jacques Vabre: negli Ultime vince il Maxi Edmond de Rothschild

transat Edmond de Rothschild

Alle ore 10:16 minuti e 16 secondi in Martinica, Franck Cammas e Charles Caudrelier con il Maxi Edmond de Rothschild hanno tagliato il traguardo della 15esima edizione della Transat Jacques Vabre Normandie Le Havre in prima posizione nella categoria Ultime.

Transat Jacques Vabre: Edmond de Rothschild vola a 24 nodi e vince

Il maxi Edmond de Rothschild ha impiegato 16 giorni 1 ora 49 minuti e 16 secondi per percorrere 7500 miglia, ma in realtà in realtà ha macinato 9262 miglia a 24 nodi per raggiungere il traguardo. Una gara senza troppe difficoltà, salvo la paura all’altezza di Capo Verde, ma i due navigatori sono sempre stati convinti dei propri mezzi.




Il tandem Franck Cammas – Charles Caudrelier è stato all’altezza del suo status di favorito, senza deludere le aspettative alla partenza. Soddisfatto Franck Cammas: “Non abbiamo fatto molti errori, la barca si è comportata bene. 17 giorni di regata e arriviamo con una barca al 100% del suo potenziale. La fiducia nella nostra riuscita in questa gara è cresciuta giorno dopo giorno. Ieri abbiamo avuto un po’ di stress, con una situazione meteo complicata per noi. Siamo caduti in una zona senza vento e dietro potevano guadagnare 200 miglia in 12 ore, quindi abbiamo iniziato a spaventarci. Alla fine hanno avuto il nostro stesso problema molto più tardi”




Per Charles Caudrelier la paura più grande si è avuta quando hanno subito un guasto al motore: “Abbiamo cercato di fermarci a Capo Verde, ma alla fine siamo riusciti a ripartire. Non eravamo sempre al 100% del potenziale della barca, dobbiamo anche congratularci con i nostri router meteorologici a terra, perché non è stato sempre facile per loro, hanno fatto davvero un buon lavoro. È la prima volta che vedo Franck passare così poco tempo in carta tabella per commentare le scelte. Penso che non sia mai andata così bene tra noi due, non c’è stato un brutto momento, è stato perfetto. Eravamo nella fiducia reciproca, nell’accordo sulle decisioni, sulla gestione del rischio, sulla scelta delle vele. È davvero la maturità del progetto, non solo di noi, ma anche del team. Sviluppiamo tutto questo da 3 anni”.

Il riepilogo della gara del Maxi Edmond de Rothschild

L’inizio della loro rotta è stato segnato da un primo brusco rallentamento all’estremità della Bretagna, che ha portato a un raggruppamento della flotta fino al Portogallo. Poi, i due sono partiti per il waypoint sud di Trindade e Martim Vaz, mostrando tutto il potenziale del loro maxi-trimarano. Il duo quindi non ha lasciato alcuna opportunità ai rivali di riconquistare la posizione in testa alla classifica e ha persino mantenuto un comodo vantaggio durante tutto il percorso.

LEGGI ANCHE: Transat Jacques Vabre: Primonial trionfa nella categoria Ocean Fifty

Charles Caudrelier e Franck Cammas hanno ancora una volta dimostrato la perfetta padronanza della loro macchina, lanciata nel 2017 e sviluppata per quattro anni dal Team Gitana, nonché il loro talento di corridori. Inoltre, la loro esperienza nel trimarano offshore e il perfetto coordinamento a bordo hanno permesso loro di spingere il Maxi Edmond de Rothschild a velocità medie impressionanti.

 

Seguici su Facebook – Clicca qui

 

 

Iscriviti alla Newsletter per rimanere aggiornato su tutte le news!

Leggi anche

Cagliari, arriva l’ufficialità: saltano anche le regate dell’America’s Cup World Series

Fabio Iacolare

Concluso “Autunno in Regata”, la seconda delle quattro tappe che compongono il 36° West Liguria

Fabio Iacolare

Prima vittoria per gli USA di Jimmy Spithill alla quinta tappa di SailGP

Claudio Soffici

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.