Nautica Sport

Tutto pronto per la Vesuvio Race 2022, domani la sfida nel Golfo di Napoli

vesuvio race 2022

Ai posti di partenza per la terza edizione della regata velica Vesuvio Race, in programma sabato 26 Marzo 2022, che vedrà la partecipazione di circa 40 equipaggi in rappresentanza delle principali flotte campane e con alcuni team di altre regioni d’Italia.

La regata organizzata dal Circolo Nautico di Torre Annunziata che per l’occasione ha costituito il Comitato Vesuvio Race, riparte dopo due anni di stop e con l’entusiasmo suscitato sin dalla prima edizione, apre il circuito delle più importanti regate offshore previste in V ZONA.

Vesuvio Race: la flotta sta approdando al Marina di Stabia

La flotta sta già approdando alle banchine del Porto turistico di Marina di Stabia, principale partner organizzativo e base logistica della manifestazione, all’interno del quale si svolge tutto il programma sportivo con il briefing tecnico previsto in modalità webinair venerdì 25 marzo alle ore 18:45.




Un incontro con armatori ed equipaggi che vedrà la partecipazione del presidente del Comitato di Regata Francesco Coraggio coadiuvato dal primo membro Luciano Cosentino e del prof. Raffaele Montella in rappresentanza del Centro Campano per il Monitoraggio e la Modellistica Marina e Atmosferica dell’Università Parthenope diretto dal prof. Giorgio Budillon.

L’organizzazione della regata

Un’agenda essenziale quella della Vesuvio race 2022 in linea con il protocollo FIV per emergenza
sanitaria e priva di eventi collaterali per garantire una partecipazione in piena sicurezza in uno
scenario naturale di indubbia bellezza.




Non mancheranno il sistema di tracciamento satellitare della flotta, il cui link verrà reso pubblico su
tutti i social e le dirette dalla regata con video e scatti dei principali passaggi costieri e non solo.

Focus su Procida Capitale della Cultura

Altra novità della Vesuvio race 2022 è il richiamo a Procida capitale italiana della cultura. La V ZONA FIV con un progetto inviato alla Regione Campania ha infatti individuato nella Vesuvio Race la prima di tre regate di altura con la Tre Golfi e la Scheria Cup che richiameranno l’attenzione su Procida capitale italiana della cultura.




Per la line honors tutti i riflettori puntati sul Cookson 50 Testacuore Race di Riccardo Ciciriello ed il Dehler 60 Blue Oyster di Luca Scoppa, in lizza per la vittoria del “trofeo Placido Barbero”, il cui record al momento è detenuto dal Tp52 Macchia Mediterranea di Giampiero Russo (09h:41min:12sec) registrato nel corso della II edizione del 2019.

LEGGI ANCHE: Inizia il Trofeo Porti Imperiali del Circolo Velico Fiumicino

La Vesuvio Race 2022 è organizzata con il supporto della Federazione Italiana Vela V Zona, delle sezioni Lega Navale di Castellammare di Stabia, Pozzuoli, Procida e della delegazione LNI di Torre Annunziata; Sponsor: Allure Yachts, Smart Yachting, Nautic Sales & Marketing, Nautica South, Una scelta da Mare e Fast Coast Sorrento. Con il patrocinio di: Meteo UniPathenope, Direzione Centro per la Giustizia Minorile per la Campania, Atargatis distretto turistico costa del Vesuvio, Autorità di sistema portuale del Mar Tirreno Centrale e dei Comuni di Capri, Ercolano, Forio, Napoli, Torre del Greco, Portici, Procida, Sorrento, Vico Equense.

Iscriviti alla Newsletter per rimanere aggiornato su tutte le news!

Leggi anche

Prima regata del nuovo anno per il 43° Campionato Invernale dell’Argentario

Fabio Iacolare

La grande nautica torna a Taranto: ok al progetto di riqualificazione

Redazione

HackerInBoat: da Genova la nave dei pirati informatici

Fabio Iacolare

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.